Tre operai salgono sul tetto e minacciano di darsi fuoco. Ricci: “La Provincia mette a disposizione fondi anticrisi”

di 

26 giugno 2013

MONDOLFO – Minacciavano di darsi fuoco tutti e tre. Avevano una bottiglia di benzina ed erano saliti sul tetto di una casa in costruzione di una società, situata vicino a Mondolfo, alle 7.40.

Lo avevano fatto per protesta, perché non ricevevano lo stipendio da 5 mesi. I tre operai rumeni, di età compresa tra i 20 e 32 anni, sono scesi solo in tarda mattinata, con i famigliari sotto ad attenderli, convinti dai carabinieri: uno di loro, adesso sarà ricevuto dal Prefetto di Pesaro e Urbino.  Secondo quanto ricostruito l’azienda in questione sarebbe in difficoltà per l’erogazione del credito da parte di una banca.

 

 

 

 

La tensione e la trattativa: la Provincia mette a disposizione i fondi anticrisi

Vicenda operai romeni, Ricci dopo la mediazione: «Sospiro di sollievo ma resta preoccupazione per il futuro»

 

 

 

PESARO – «Tiriamo un sospiro di sollievo – commenta Matteo Ricci dopo il vertice in prefettura -. Ma di queste situazioni ce ne sono centinaia e sarà difficile reggerle se nei prossimi mesi non cambia qualcosa». Gli operai della ditta romena che minacciavano di darsi fuoco a Monteciappellano (Mondolfo), per protesta contro il mancato pagamento degli arretrati, sono appena scesi dal tetto della palazzina che stavano costruendo (per un’altra impresa locale, ndr). Il presidente della Provincia, che insieme ad Attilio Visconti e al sindaco Pietro Cavallo media in prefettura con uno di loro, spiega che «alla fine si è trovato l’accordo con Banca delle Marche e l’imprenditore. Mentre la Provincia mette a disposizione i fondi anti-crisi». La tensione rientra, scongiurato il peggio: «Gli operai avranno gli arretrati, abbiamo evitato il dramma», nota il presidente. Ma resta la preoccupazione per il futuro.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>