Arriva il bollino blu anche per le barche

di 

27 giugno 2013

A partire dalla corrente stagione estiva, in via sperimentale sino al prossimo 15 settembre, è stato avviato ufficialmente il progetto “Bollino Blu”, rivolto ai diportisti; nato da un’iniziativa congiunta tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e UCINA – Confindustria Nautica, il “bollino blu” ha la finalità di rendere più efficace l’attività di sorveglianza in mare, aumentando la sicurezza ed evitando duplicazioni nelle verifiche.

 

Il “bollino blu” non è altro che un bollino adesivo (da applicare sull’unità in modo ben visibile, in prossimità del numero di iscrizione dell’unità ovvero, per i natanti, a dritta sul mascone o sul tubolare, ciò al fine di renderne più agevole l’individuazione da parte degli organi di controllo operanti in mare) che sarà rilasciato alle unità da diporto (escluse quelle destinate ad uso commerciale) dopo il controllo, con esito favorevole, da parte delle forze di Polizia finalizzato a constatare:

1. il possesso e la regolarità della documentazione di bordo necessaria per la navigazione;

2. la presenza a bordo dei mezzi di salvataggio e delle dotazioni di sicurezza, prescritte dal Regolamento di attuazione al Codice della nautica da diporto;

3. il versamento della tassa di possesso, laddove previsto.

 

Sarà infatti quest’ultimo che attesterà “visivamente”, per il periodo in parola, che quell’unità da diporto è in regola per gli aspetti descritti, così da evitare altri controlli. Il diportista, avrà comunque l’obbligo di conservare a bordo l’originale del Verbale di Operazioni che sarà parimenti rilasciato dalle Forze di Polizia.

 

Tale importante novità assume particolare rilievo per il diportista, in quanto comporterà un reale snellimento dell’attività di controllo, così da consentire all’utente di navigare in sicurezza senza dover interrompere la navigazione.

 

Anche al fine di divulgare e far conoscere questa novità, la Guardia Costiera di Pesaro, unica forza di polizia attualmente operante in mare nella provincia di PU, ha organizzato una serie di incontri mirati presso i sodalizi nautici locali.

 

Si ricorda infine il Numero Blu 1530, messo a disposizione dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, mediante il quale si fornisce un servizio completamente gratuito, attivo 24 ore su 24 per segnalare le emergenze e richiedere aiuto in mare.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>