Bimba muore dopo il vaccino, la famiglia ottiene 200 mila euro e un vitalizio mensile

di 

4 luglio 2013

PESARO – Un giudice del tribunale civile di Pesaro ha riconosciuto colpevole il Ministero della Salute e stabilito un risarcimento di 200 mila euro, più un vitalizio di circa 700 euro al mese e un ulteriore indennizzo ancora da quantificare (oltre agli arretrati calcolati dalla vaccinazione ad oggi), alla famiglia di una bambina pesarese di neanche 6 mesi morta in culla nel febbraio del 2003. Il giudice – come riporta il Carlino – ha riconosciuto il nesso causale che una serie di medici luminari consulenti della famigla e poi lo stesso consulente del giudice hanno stabilito tra la vaccinazione esavalente cui la bambina venne sottoposta poco dopo la nascita, che risale al settembre del 2002, e la morte avvenuta a febbraio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>