“Sistemazione del cimitero e Fano-Grosseto, le priorità di Canavaccio per l’ultimo anno di mandato”

di 

13 luglio 2013

Federico Scaramucci*

URBINO – Di fronte ai malumori degli abitanti di Canavaccio, che stanno raccogliendo le firme per la situazione grave in cui versa il cimitero di Canavaccio, interviene il consigliere comunale di maggioranza della città di Urbino, Federico Scaramucci.

“Con la collaborazione dell’Assessore Massimo Spallacci, che vive tra l’altro a Canavaccio – afferma Scaramucci – abbiamo sollecitato la Giunta a prevedere nel prossimo bilancio comunale un intervento di 150 mila euro per il cimitero di Canavaccio, che ha dei pericolosi cedimenti strutturali, e la cui sicurezza è ormai al limite.

Il bilancio del Comune dovrà essere approvato entro settembre invece che entro il 30 giugno, in attesa che il Governo chiarisca a fine agosto il livello delle entrate con la promessa riforma sulla fiscalità e in particolare quella sull’Imu. E’ auspicabile che entro l’anno, dopo l’approvazione dek bilancio, si possa prevedere l’intervento sul cimitero”.

Un altro grave problema è la pericolosità della strada nazionale 73 bis, che taglia in due la frazione, “L’unico modo per evitare il traffico e l’alta velocità nella frazione di Canavaccio è completare il tratto della Fano-Grosseto, ma questo compito spetta al Governo – continua Federico Scaramucci – e solamente così i disagi legati al rumore e alla sicurezza, soprattutto negli orari di punta, potranno essere evitati rendendo la frazione più vivibile”. La Regione Marche sta lavorando al progetto e su questo ha sollecitato anche il Ministro alle infrastrutture Lupi, ma ancora non vediamo nessuna novità, quindi chiediamo che si acceleri il percorso progettuale.

So bene – continua il consigliere – che alcuni commercianti potrebbero vedere la deviazione del traffico al di fuori del centro abitato come un danno alle loro attività, ma è l’unica soluzione possibile per la sicurezza dei bambini, e delle famiglie.

Per poter mettere in sicurezza la strada 73 bis, di proprietà dell’Anas, è necessario terminare la Fano-Grosseto, solo così gli abitanti di Canavaccio potranno vivere senza pericolo”.

 

*consigliere comunale Urbino

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>