Baldelli, Foschi e Perlini: “La salvaguardia della salute prima dei profitti di Marche Multiservizi. Chi produce i rifiuti sappia anche smaltirseli”

di 

17 luglio 2013

Perlini, Baldelli, Foschi

Perlini, Baldelli, Foschi

PESARO – In materia di contrarietà al conferimento delle discariche della Provincia di Pesaro e Urbino dei rifiuti della Repubblica di San Marino, un comunicato e un ordine del giorno urgente di Baldelli, Foschi e Perlini.

“La Regione – scrivono i membri del centrodestra – ci chiude gli ospedali e ci sommerge di rifiuti altrui è incomprensibile come la Regione abbia potuto deliberare l’arrivo sui nostri territori di migliaia di tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi provenienti dalla Repubblica di San Marino. Ci preoccupa che la gestione di due dei nostri tre impianti siano in mano a Marche Multiservizi, società pubblico privata molto attenta ai profitti e che ha i suoi interessi nella provincia di Rimini. Allarmanti sono in questo senso le dichiarazioni dell’amministratore delegato di Marche Multiservizi Tivoroli, che ha già dichiarato di augurarsi una veloce chiamata da parte della Regione Marche per dare la disponibilità degli impianti da lui gestito, ovvero di Pesaro e Urbino”.

“Chiediamo – continuano – che la tutela dell’ambiente e la salvaguardia della salute dei nostri cittadini vengano prima dei profitti di una società. Con questo scopo abbiamo chiesto una mozione urgente da discutere nel prossimo Consiglio provinciale per impegnare Ricci e la sua giunta affinché contrastino il provvedimento della Regione, ed esprimano il diniego all’invio dei rifiuti nelle nostre discariche, già al limite di saturazione, ed oggetto di apliamenti discutibili, devastanti e per quanto a ragione contrastati dalla popolazione che vi abita vicino. Chi produce rifiuti sappia anche smaltirseli”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>