Stazione, ascensore fuori uso costringe pellegrini per Lourdes a cambiare binario. Andreolli contro Trenitalia: “Assurdo”

di 

17 luglio 2013

PESARO – “Impossibile stupirsi con Trenitalia”. Con queste parole il consigliere comunale Pdl Dario Andreolli commenta uno spiacevole episodio accaduto a Pesaro qualche giorno fa.

Dario Andreolli

Dario Andreolli, consigliere comunale Pdl

“Dopo che questo inverno centinaia di ragazzi di ritorno dal concerto dei Muse sono stati lasciati tutta la notte al freddo nel sottopassaggio ferroviario  (la stazione chiude alle 23.00), Trenitalia sembra averne combinata un’altra delle sue. Pochi giorni fa si è registrato un fatto increscioso per la nostra città davanti al quale non si può rimanere in silenzio. Nonostante l’ascensore sia rotto da parecchie settimane, nessuno è intervenuto a riparare il guasto, costringendo persino un treno a cambiare binario d’arrivo proprio per l’impossibilità di trasportare da un binario all’altro alcuni pellegrini per Lourdes con disabilità”.

“Presenterò immediatamente – sottolinea Andreolli – una interpellanza in consiglio comunale per avere un’accurata ricostruzione dell’episodio, sperando che l’indignazione impegni l’amministrazione comunale a sollecitale non solo la riparazione dell’ascensore guasto, ma anche a risolvere le tante criticità (evidenziate nel corso di anni) ancora presenti nella nostra stazione  come la necessità del potenziamento della Polfer e introduzione di un ragionevole ticket giornaliero per il parcheggio”.

“Pesaro – conclude il consigliere Andreolli – non può essere trattata come una stazione di serie B, anzi necessita di continui miglioramenti nel rispetto dei passeggeri, degli operatori che ci lavorano e dei turisti che utilizzano il treno per arrivare nella nostra città”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>