E’ stato – per non dimenticare l’attentato al Pac di Milano. Omaggio a Signorini, concerto di Freak Antoni

di 

23 luglio 2013

FANO – Sabato 27 luglio, all’interno della suggestiva cornice della Rocca Malatestiana di Fano, si rifletterà – attraverso parole, immagini e suoni – sull’attentato che costò la vita a cinque persone e che distrusse il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano. Un atto criminale, avvenuto esattamente venti anni fa, il 27 luglio 1993.

freak-antoni_alessandra-mostacci

freak-antoni_alessandra-mostacci

“È stato” è una formula apparentemente semplice, ideata dal celebre semiologo Roland Barthes, ma che è in ultima analisi la quintessenza della fotografia: qualsiasi evento fotografato è accaduto e quindi inequivocabile.

“È stato” è inoltre il titolo di un video che Roberto Signorini – noto teorico della fotografia – realizzò nel 1994, in seguito allo shock dovuto all’esplosione del PAC.

Alle 21.30 aprirà la serata la proiezione del video biografico “Roberto Signorini (1947-2009) Fotografia un impegno civile” di Cesare Colombo, importante storico della fotografia. Alle 22.00 sarà presentato in anteprima nazionale il libro “Roberto Signorini – Con i nostri pensieri e con i nostri gesti – Le responsabilità degli intellettuali nelle lettere e nella riflessione di Roberto Signorini”, a cura di Maria Luisa Tornesello. Il libro, libero da diritti, sarà reso fruibile in formato digitale, semplicemente collegandosi al sito web centralefotografia.com.

Seguirà la proiezione del video “È stato” di Roberto Signorini, un documento dalla rara forza espressiva, che a distanza di vent’anni ha ottenuto l’effetto desiderato dall’autore, quello di non dimenticare quest’orrendo crimine contro l’umanità.

Al termine delle due visioni, interventi di Marcello Sparaventi (ideatore e presidente di Centrale Fotografia), Alberto Berardi (noto intellettuale fanese) e Roberto Freak Antoni, cantante, paroliere, artista poliedrico, leader del gruppo Skiantos nonché padre del rock demenziale italiano.

Chiuderà la serata lo stesso Freak Antoni, affiancato dalla pianista Alessandra Mostacci, con lo spettacolo di musica e poesia Ironikontemporaneo, in cui potrà sfoggiare la satira sagace che lo ha reso celebre nei suoi oltre trent’anni di carriera musicale.

L’evento è organizzato da Working in progress e dall’Associazione culturale fanese Centrale Fotografia (da un’idea di Marco Cangiotti, storico collaboratore dell’Associazione). Centrale Fotografia dal 2009 promuove la fotografia di ricerca: la serata “È stato” oltre ad un viaggio nella memoria è un sincero omaggio a Roberto Signorini, a cui Centrale Fotografia dedicò nel 2010 il progetto culturale Scuola di paesaggio. Inoltre è il terzo appuntamento di un’estate ricca di eventi di ampio respiro culturale, iniziata a giugno con la rassegna annuale Centrale Fotografia, dedicata alla fotografia e all’arte contemporanea, e proseguita con l’allestimento di due esposizioni all’interno del festival del contemporaneo Popsophia a Pesaro.

Centrale Fotografia ha come scopo quella di creare eventi piacevoli ma che allo stesso tempo provochino reazioni tra il pubblico. L’approccio alla fotografia non è dogmatico, ma cerca di proporre, in particolare durante l’attività didattica, una visione più ampia, includendo tra le proprie riflessioni arte, storia, letteratura, filosofia, antropologia, ecc.

Con questo spirito, Centrale Fotografia ricorda inoltre a tutti gli appassionati di fotografia che sono aperte le iscrizioni al prossimo “Corso di Fotografia a Fano / Tra campagna e città” in collaborazione con il Liceo Artistico Adolfo Apolloni di Fano e con il Patrocinio del Comune di Fano. Per info: 347 2974406 info@centralefotografia.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>