Cavalcata trionfale dei fantini dell’associazione sportiva Equus

di 

24 luglio 2013

alviano equus equitazione cavalliFANO – E’ stata una cavalcata trionfale quella dei fantini dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Equus, tornati con tante medaglie al collo dal Campionato Italiano delle Società affiliate alla Federazione Italiana Sport Equestri. Sui campi della Play Horse Farm di Alviano (TR) l’istruttore Andrea Agostini ha visto premiato il proprio lavoro con il bronzo personale ottenuto nel concorso “Tecnici II grado”, dove in sella a Wodassa’s Finch si è piazzato alle spalle dei laziali Christian Marini e Raffaele Tagliamonte al termine di un’appassionante finale a quattro con scambio di cavalli tra i cavalieri. Ancor meglio di lui ha saputo fare Caterina Ambrosini, che per la serie l’allieva supera il maestro ha sbaragliato la concorrenza in sella a Veraliene aggiudicandosi il titolo tricolore del “Criterium Amazzoni I e II grado” dopo un combattuto barrage con la piemontese Chiara Drago. Si è cucita lo scudetto al petto anche la squadra di salto ostacoli, salita sul gradino più alto del podio in virtù dei primi posti individuali di Susanna Musante su Angelo, Cecilia Papalini su Victor e Chiara Papalini su Vlo Again e della seconda posizione conseguita da Arianna Battarra su Sifra. Nella spedizione in terra umbra si sono inoltre ben comportati Rachele Villotti, settima nel campionato “Tecnici I grado”, Lucrezia Vespasiani, quinta nel “Criterium Tecnici I grado”; Federica Taccari, con lo stesso risultato nel trofeo “Amazzoni I grado” e Rebecca Villotti, quattordicesima in Italia nella categoria “Allievi Emergenti”. Hanno invece incamerato risultati meno prestigiosi, ma non hanno comunque sfigurato, Alessandro Copioli, Maria Chiara Ambrosini, Ginevra Gasparini e Leonardo Gabrielli. I frutti raccolti ripagano degli sforzi e sacrifici compiuti l’ASD Equus, che ha il proprio centro sportivo in Località Betti tra Fano e Pesaro e porta avanti la propria attività grazie anche al sostegno degli sponsor Pulirapida di Fano e Papi di Osimo (AN).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>