Andrea Pecile sulla strada che lo riporta a Pesaro

di 

29 luglio 2013

Andrea Pecile in maglia Scavolini nella stagione 2000-2001 (foto tratta da andreapecile.it)

Andrea Pecile in maglia Scavolini nella stagione 2000-2001 (foto tratta da andreapecile.it)

PESARO – La novità, che poi novità non è, appare – ma forse, in attesa di certezze, sarebbe meglio usare il condizionale – addirittura clamorosa: perso Michele Vitali, che al progetto di Pesaro ha preferito quello di Caserta, la Vuelle ha virato su un altro ex fortitudino. Che poi è anche un ex biancorosso. Si tratta di Andrea Pecile, playmaker di lungo corso, arrivato a Pesaro addirittura grazie all’acquisizione dei diritti sportivi (termine indecente, perché si presupporrebbe che i diritti sportivi si acquisiscono sul campo, non via bonifico bancario) ceduti dalla Pallacanestro Gorizia. Era la stagione 2000/01. Tre campionati con la Scavolini, poi la Spagna – a Granada – quindi il ritorno in Serie A, tra Siena e Avellino, ma la Liga Acb gli era entrata nel cuore. Di nuovo Granada, Siviglia e Lugo, posti dove è amato ancora. Meritatamente. Perché è impossibile non amare il giocatore e l’uomo. Dove lo trovi uno che finita la partita all’Adriatic Arena va a giocare al campetto con i ragazzini, trattandoli da pari a pari, senza alcuna puzza sotto il naso?

Non a caso si è parlato del triestino durante il tradizionale torneo di Cristo Re, in campo Amici, in “tribuna” Daniel Hackett, che a dispetto dell’ufficializzazione della permanenza a Siena, in molti vedono sulla strada di Mosca, visto che il Cska ha perso Teodosic, vicino alla firma con il Fenerbahce Istanbul del nuovo coach Obradovic, che sta facendo acquisti ovunque.

Il Pec, che Tonino Zorzi chiamava “California”, per via della perenne abbronzatura, già in passato è stato a un passo da grande ritorno, limitandosi a girarci intorno: Jesi, Rimini, infine Bologna, sponda Fortitudo.

Con Andrea Traini potrebbe costituire una coppia interessante, innamorata della maglia che indossa. Sono in tanti  a tifare per lui.

Magari con vicino una guardia del valore di Rodney Green, ex Casale Monferrato, messosi in luce nell’ultima stagione di Legadue. Ah, da Casale la Vuelle ha prelevato, solo due anni fa, tal Ricky Hickman.

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>