Giovani studenti pesaresi crescono con Rossini

di 

31 luglio 2013

PESARO – Le contraddizioni musicali pesaresi in un bel pomeriggio nella Sala della Repubblica del Teatro Rossini, per vivere insieme ad alcuni protagonisti la conclusione del percorso denominato “Crescendo con Rossini”, ma anche il piacevole intermezzo musicale “a Pranzo con Rossini” e la presentazione delle opere degli allievi del “Mengaroni”. Infine, ultimo ma non meno importante, il buffet organizzato da inPut, ovviamente in Via Rossini.

La Sala della Repubblica durante la presentazione dei lavori degli studenti

La Sala della Repubblica durante la presentazione dei lavori degli studenti

“A Crescendo con Rossini – ha spiegato la professoressa Claudia Rondolini – collaborano numerose istituzioni, a partire dal Rof (rappresentato dal sovrintendente Mariotti e dal direttore artistico Zedda) e dalla Fondazione Rossini (in sala il segretario generale Katia Amati), ha dato vita a nuove idee e proposte. Tra l’altro quest’anno due studentesse pesaresi (le protagoniste dell’intermezzo musicale; ndr) hanno partecipato all’Accademia Rossiniana.  Una bella esperienza, anche per me che lo ho accompagnate…”.

Peccato – eccoci alle contraddizioni – che al concerto conclusivo dell’Accademia Rossiniana, come stigmatizzato da Alberto Zedda, i pesaresi presenti si contassero sulla dita di un paio di mani, e che tutti fossero decisamente over… anta. Insomma, dei giovani che hanno partecipato con grande successo, neppure l’ombra. Né dei giovani del Liceo Scientifico Musica Marconi, né del Liceo artistico Mengaroni, né del classico Mamiani.

Dunque… la sensazione è che per i giovani pesaresi Rossini sia una sorta di… Erode.

Eppure i giovani che hanno partecipato, ed erano presenti nella Sala della Repubblica, hanno mostrato idee chiare e voglia di apprendere. Ketty, per esempio, ha raccontato con gioia i piatti realizzati dagli allievi del Mengaroni e dedicati al piacere per la buona tavola che animava Rossini. Sono esposti da inPut, meritano di essere visti. E con i piatti l’omaggio al Cigno di Pesaro realizzato dalla Fonderia Bucci e raccontato da Gabriele Bucci.

Gli applausi hanno sottolineato il racconto di Ketty e soprattutto l’intermezzo musicale che ha visto protagoniste Mariska Bordoni e Chiara Guerra, due soprano che hanno cantato “La promessa” e “La pastorella” ed eseguito il “Duetto buffo di due gatti”, sempre accompagnate dalla professoressa Alessandra Cenerelli.

Tags: , ,

Un commento to “Giovani studenti pesaresi crescono con Rossini”

  1. maria teresa pagnini scrive:

    Buongiorno, sono molto dispiaciuta di non aver potuto partecipare all’evento( sono insegnante delle due soprano meravigliose e collega della prof.ssa Cenerelli al Liceo musicale Marconi) a causa della scarsa informazione ricevuta anche on-line. Ho scoperto della manifestazione solo ieri sera e per puro caso attraverso una notifica di facebook. Vi prego di dare più spazio a simili manifestazioni per permettere poi a noi tutti di diffondere tra gli amici e conoscenti le notizie. grazie M.T.Pagnini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>