Snoopy: dal settore giovanile arrivano Spadoni e Battistelli

di 

31 luglio 2013

Micheletti, Battistelli e Spadoni

Micheletti, Battistelli e Spadoni

PESARO – Prende sempre più corpo la nuova B1 della Snoopy. Dopo Carraro, Gioia, Zuccarini e le conferme di Fiesoli, Micheletti e Boriassi, è la volta di due giovani atlete provenienti dal settore giovanile della società. Si tratta di Sofia Spadoni (centrale classe 1996) e Marika Battistelli (libero del 1993), che raggiungono l’altra pesarese doc già da due anni in prima squadra, Giulia Micheletti. Spadoni e Battistelli vengono da una buona stagione nella serie C della Snoopy. Entrambe già a fine stagione avevano collezionato qualche presenza con la prima squadra.

Per il libero Marika Battistelli c’era stata anche la partecipazione alla fase finale di Coppa Marche: “Il livello tra la serie C e la B1 è molto diverso – spiega emozionata – la palla viaggia molto più veloce ed è decisamente più pesante. Spero di adeguarmi il prima possibile. E’ un sogno che si avvera. Non sono più così giovane e per me potrebbe essere l’ultima occasione. Sono molto curiosa di iniziare”.

Appena 17enne è il centrale Sofia Spadoni, cresciuta nelle giovanili della Robur prima e della Snoopy poi: “Sarò il terzo centrale. Il mio obiettivo è crescere tecnicamente e chissà, magari riuscire a guadagnarmi un po’ di spazio in campo. Conosco Matteo Bertini, che mi ha allenato in U18, e mi ha sempre trasmesso una grande sicurezza. Sarà difficile conciliare scuola e allenamenti, visto che ora sarò impegnata tutti i giorni. Ci tengo molto ad avere buoni voti a scuola, ma anche a fare bene in palestra. Sarà una bella sfida”.

Diverso il discorso per l’altra pesarese, Giulia Micheletti. Al suo terzo anno in B1, per lei sarà la stagione della svolta. Con la partenza di Furiassi, il posto di libero titolare spetta ora a lei: “Ho faticato tutti questi anni per arrivare a giocarmi questa opportunità. Spero di fare vedere che queste due stagioni in panchina mi sono servite. Non sarà facile perchè Marika non è l’ultima arrivata e dovrò faticare per mantenere il posto. Il mio punto di forza sicuramente è la grinta e la voglia di prendere la palla. Per quello che riguarda i miei difetti tecnici, sono sicura che coach Bertini saprà aiutarmi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>