D’Anna chiama tutti i sindaci della provincia: “La linea ferroviaria Fano-Urbino va ripristinata. Utilizziamo il Fesr”

di 

8 agosto 2013

Giancarlo D'Anna in Consiglio

Giancarlo D’Anna in Consiglio

FANO – Il Consigliere regionale Giancarlo D’Anna da tempo si batte per il ripristino della linea ferroviaria Fano-Urbino, che potrebbe rappresentare una “valida alternativa al traffico su gomma e diventare un elemento di sviluppo e valorizzazione dell’ambiente e del turismo della nostra provincia. Un’opportunità per fornire il proprio sostegno a questa iniziativa si presenta ora grazie ad una consultazione on line promossa dalla Regione Marche nell’ambito della preparazione del Programma Operativo 2014-2020 del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)”.

“Il FESR – spiega il consigliere regionale del Gruppo misto – uno dei Fondi strutturali messi a disposizione dall’Unione europea per promuovere la competitività dell’economia regionale e incrementare la coesione sociale, economica e territoriale, nell’ambito della proposta di regolamento del 6.10.2011, ha stabilito che almeno l’80% delle risorse dovrà essere destinato a quattro temi ritenuti prioritari, fra cui i sistemi di trasporto sostenibili”.

D’Anna ha invitato tutti i sindaci della provincia di Pesaro e Urbino a cogliere questa importante occasione, esprimendo richieste e proposte per promuovere la riattivazione della linea ferroviaria da troppo tempo in disuso. Il modulo per la consultazione, che si concluderà il 30 settembre prossimo, è reperibile sul sito www.europa.marche.it, e può essere compilato, oltre che da Enti e partenariato, anche da tutti i cittadini che vorranno dare il proprio contributo su un tema di così grande impatto economico e sociale.

Tags: , , , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>