Vestirsi per andare a teatro

di 

9 agosto 2013

teatro sipario tappeto rossoVestirsi per andare a teatro, a volte quasi un dilemma. Domani il Rossini Opera Festival inaugura la sua XXXIV edizione e, nel caso qualcuno di voi abbia il biglietto per la prima o una delle altre serate, di sicuro sarà alle prese con la scelta dell’outfit da indossare.

Alcune persone quasi sono in soggezione al pensiero di andare a teatro, proprio per questo motivo.

“Non vado mai a teatro perché non ho niente da mettermi”, ho sentito dire più di una volta.

Un’altra opinione, una volta espressa da un musicista che conosco, è che il teatro non dovrebbe essere visto come un posto “diverso”, perciò perché non andarci in bermuda e infradito? Un’idea ai confini della follia, direi. Non si dovrebbe andare quasi da nessuna parte indossando bermuda e infradito!

Partendo dall’idea che bisognerebbe sempre vestirsi bene per se stessi, è ovvio che certe occasioni richiedono un po’ d’impegno. Andare a teatro è una di queste.

Anni fa mi hanno raccontato con nostalgia che “una volta al Festival gli spettatori erano così eleganti che gli uomini per le prime vestivano in smoking e le donne in lungo, facevano davvero sognare.”

Sono cambiati i tempi? Le persone si sono modernizzate o solo involgarite?

Anni fa per lavoro andai nella boutique milanese di Giorgio Armani e, in cerca di uno smoking, mi dissero che la disponibilità era momentaneamente limitata dato che pochi giorni prima c’era stata la prima scaligera. Ma la Scala è la Scala, anche se a volte si vedono mise (anzi toilettes, per usare un’espressione un po’ datata ma a mio parere affascinante) discutibili, il suo fascino rimane indiscusso.

Allora come ci si veste per andare a teatro durante calde serate estive?

Per prima cosa vorrei sottolineare il fatto che proprio il teatro offre la possibilità di sfoggiare abiti che in altre occasione sarebbero fuori luogo. A volte guardando le vetrine di Ratti o altre boutique, proprio davanti ad abiti da sera da sogno ho pensato che il velluto rosso di un palco fosse il loro habitat naturale.

Peccato che ormai passando davanti al teatro si faccia fatica a distinguere chi sta per assistere all’opera da chi sta facendo una passeggiata per le vie del centro.

Uomini senza giacca e cravatta, addirittura con la camicia a maniche corte, scarpe da giorno e donne con zeppe fiorate (simili a scarpe ortopediche) e spalline del reggiseno in bella vista (l’orrore!).

È così difficile indossare per qualche ora un completo, non necessariamente scuro data la stagione, con una bella camicia, una cravatta e un paio di scarpe stringate? I più giovani possono anche lasciare a casa la cravatta, e in caso siano in possesso di una giacca da smoking (ormai le fanno anche alcuni marchi low cost) potrebbero usarla per nobilitare dei jeans, ma dal perfetto taglio e lavaggio (niente strappi e scoloriture). Un paio di stringate o di slippers e l’outfit è fatto. Sono troppo sognatrice? Forse.

Per quanto riguarda le donne, le cose da evitare sono la borsa troppo grande (tipo shopper), le ballerine (tanto a teatro non bisogna camminare molto, perché non scegliere quelle scarpe belle e scomode che ognuna di noi ha in guardaroba?).

Si dice che a una donna basti un semplice vestito nero con un paio di tacchi per risolvere più di un problema (di abbigliamento), ma non è così scontato. Sicuramente con un LBD si va sul sicuro, ma c’è un mondo di tessuti, tagli e modelli. Più l’abito è semplice, più potete divertirvi con gli accessori. Ma se il vestito è elaborato, sceglieteli basic e non esagerate con i gioielli.

Ma la cosa più importante quando si passa del tempo vicino a persone sconosciute, seduti in platea o nello stesso palco, è l’educazione. Non “smanettate” in continuazione con lo smartphone, non sventolate il braccio per farvi vedere da chi occupa un posto lontano dal vostro, non occupate lo spazio altrui (alcuni piantano i gomiti occupando completamente i braccioli delle poltrone) e prima di uscire di casa non esagerate con il profumo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>