Victoria Libertas, habemus bigas!

di 

19 agosto 2013

Stefano Giampaoli*

PESARO – Habemus bigas! (Abbiamo la squadra!). Cosa centra il latino? Primo, lo facciamo in onore del Prof. Vittorio Ciarrocchi, il latinista pesarese che proprio ieri ha difeso la lingua italiana dall’uso sempre più massiccio di termini anglosassoni. Secondo: perché, la nostra squadra non si chiama Victoria Libertas? Vittoria e Libertà sono le due parole che dovranno accompagnarci per l’intero campionato.

Bene ha fatto la giornalista Elisabetta Ferri, a proposito di Alvin Young (classe ’75) a ricordarci che “… uno che si chiama – giovane – di cognome non avverte il peso del tempo”. A proposito di termini inglesi, a chi dai del “rookie”? Elston Turner jr. dovrebbe arrabbiarsi: “Dai della recluta, della matricola a me? Ti farò vedere io di che pasta sono fatto!” Allora riepiloghiamo: “Sunshine” Pecile, porterà un raggio di sole; il canadese Marc Trasolini il canadese che sarà il cambio dei lunghi; Bernardo Musso, dal cuore argentino e dal tiro mortifero; Andrea Pecile il play che ritorna; Oderah Anosike il centro di origini nigeriane il cui nome significa “ciò che Dio ha scritto non può essere cancellato” (classe, ’91 con un’apertura di braccia impressionante; provate a chiamarlo “rookie”!); del grande tiratore Elston Turner jr. abbiamo già detto; Alvin Young dallo spirito vincente; Laquan Prowell, l’ala forte che ben conosce il gioco europeo; Amici e Traini li conoscete già. Tornando alle parole inglesi, che fine ha fatto l’accordo con la Go & Fun (vai e divertiti)? Caro sponsor sammarinese, se ci sei batti un colpo! Ti faremo ancor più conoscere e le tue energy drink (bevande energetiche) saranno sempre con noi. Noi del Club Victoria Libertas saremo sempre con te e con chiunque altro desideri sorreggere la nostra squadra perché “tutto è importante per aiutare la Vuelle”.

 

 

*La linguaccia del tifoso 

Un commento to “Victoria Libertas, habemus bigas!”

  1. Filippo VLinside scrive:

    Bell’articolo, complimenti. Forza VL!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>