Vampiri della crisi: azienda usava interinali nonostante personale in cassa integrazione e nascondevano le ore di straordinario

di 

20 agosto 2013

PESARO – Nei giorni scorsi, i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro sono stati impegnati nell’esecuzione di controlli nei confronti di varie aziende per accertare la corretta osservanza delle disposizioni in materia di C.I.G. (Cassa Integrazione Guadagni).

Più in particolare, riguardo a una ditta pesarese, è emerso un singolare modus operandi consistente, in primis, nel mascherare i compensi relativi a ore di straordinario prestate dai dipendenti sotto forma di premi di produzione, con l’intento evidente di dissimulare una maggiore capacità produttiva ai fini di poter richiedere il beneficio dell’ammortizzatore sociale della C.I.G.

 

Inoltre, la stessa risultava essersi avvalsa di lavoratori interinali pur avendo altro personale che beneficiava della C.I.G. in deroga.

 

Tale circostanza è stata segnalata alla Regione Marche, Ente erogatore, alla Direzione Provinciale del Lavoro e all’I.N.P.S. di Pesaro, per valutare l’eventuale sospensione e/o revoca del suddetto ammortizzatore sociale, con conseguente recupero delle somme indebitamente percepite.

 

Nel corso dei citati controlli, eseguiti nei confronti di altre aziende, sono stati, altresì, individuati due lavoratori “in nero” ed è stato constatato il mancato versamento di ritenute I.Re.P.F. – regolarmente operate – per diverse migliaia di euro.

 

 

2 Commenti to “Vampiri della crisi: azienda usava interinali nonostante personale in cassa integrazione e nascondevano le ore di straordinario”

  1. che schifo scrive:

    Bisogna farli i nomi di chi si comporta in questo modo, perchè gente così meschina ed avida non deve poter andare in giro, fra la gente che fatica ad arrivare a fine mese, senza vergognarsi come dei cani…

  2. anonimo scrive:

    Per non parlare di aziende gloriose che fanno lavorare alcune persone almeno 12 ore al giorno + sabato e tengono altri in cassa integrazione….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>