Rof, momenti di paura: malore del maestro Zedda durante La donna del Lago. Dopo 40 minuti riprende in camicia tra gli applausi

di 

23 agosto 2013

PESARO – Momenti di paura al Rof, durante il primo atto de La donna del Lago. Durante l’aria di Rodrigo – con il tenore americano Michael Spyres –  il maestro Alberto Zedda, 85 anni, ha avuto un capogiro si è appoggiato al podio: è stato subito soccorso dagli orchestrali dell’orchestre comunale di Bologna. Al maestro Zedda è stata portata una sedia, un bicchiere d’acqua e sul palcoscenico è arrivato il Sovrintendente Gianfranco Mariotti, medico.

Malore Zedda

Momenti di paura: ecco l’attimo in cui il maestro Zedda è stato colpito dal malore

 

Poi è intervenuto il medico del Rof, il dottor Paolucci. Qualcuno dal loggione ha urlato: anticipiamo la pausa. Infatti al momento del malessere si era nella fase finale del primo atto. E così è stato: Zedda è stato accompagnato nei camerini ma, prima di lasciare il teatro, si è rivolto a pubblico quasi scusandosi. Il maestro Zedda è reduce da un incredibile tour de force, avendo prima curato l’Accademia rossiniana, diretto due recite de Il Viaggio a Reims e seguito tutte le prove de La donna del lago.

Dopo circa 40 minuti di pausa è stato annunciato che sarà il maestro Zedda a dirigere la chiusura del primo atto. Poi, sarà osservato un’ulteriore pausa di un quarto d’ora. Puntuale, il maestro Zedda ha ripreso da dove aveva lasciato, ma in maniche di camicia (forse per il caldo), e tra gli applausi ha portato a conclusione il primo atto dell’opera.

All’origine del malore un probabile calo di zuccheri: il maestro – dice chi lo conosce bene – è talmente impegnato che a volte si dimentica di mangiare.

 

Tags: , ,

Un commento to “Rof, momenti di paura: malore del maestro Zedda durante La donna del Lago. Dopo 40 minuti riprende in camicia tra gli applausi”

  1. alessandro scrive:

    Ma il secondo atto della Donna del Lago è stato eseguito?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>