Nuotamare, più forti del maltempo

di 

26 agosto 2013

PESARO – Il maltempo non ha fermato gli intrepidi partecipanti di Nuotoamare 2013, che ieri mattina si sono sfidati in un percorso ad anello nelle acque antistanti Baia Flaminia, al cospetto del Parco San Bartolo, organizzatore dell’evento.

Inizialmente erano oltre 40 gli iscritti alla gara, che dopo il temporale si sono però ridotti a 18 partecipanti “effettivi”. Nuotatori che hanno solcato il mare aperto per 1 miglio marino (1852 metri), partendo alle 10,30 circa dalla spiaggia di Bagni Bahia del Sol, dove poi sono stati accolti all’arrivo con un ricco buffet.

Nuoto Amare, foto di gruppo

Nuoto Amare, foto di gruppo

Il primo classificato è stato il pesarese Luca Di Iacovo, che ha completato il percorso in 24 minuti e 24 secondi. A seguire, con poco distacco, Alessandro Luzi, con il tempo di 24 minuti e 58 secondi, mentre al terzo posto assoluto, sorprendendo tutti, si è classificato il giovane Marco Rossini, di appena 13 anni con il tempo di 25 minuti e 54 secondi. Prima tra le donne Giorgia Luzi, arrivata al traguardo in 35 minuti e 11 secondi. Subito con lei Cristina Castilett, a distanza di pochi decimi. Il primo posto tra gli amatori l’ha conquistato invece Rodolfo Gaudenzi, con 26 minuti e 30 secondi.

Ad attendere gli atleti al traguardo c’era Vittorio Ercolessi, tra gli ideatori della manifestazione, che ha voluto sottolineare come la mission dell’evento sia soprattutto quella di valorizzare lo specchio di mare antistante il Parco, promuovendone la tutela.

“A dispetto del maltempo iniziale è stata una mattinata bellissima – ha commentato entusiasta il presidente del Parco, Domenico Balducci -. NuotoAmare è un appuntamento sportivo che collega il mare all’ambiente terrestre del Parco, sempre più uniti grazie ai progetti di biodiversità marina. Un evento che si lega ad una fruizione sostenibile dell’area protetta, e che come altre iniziative sportive che organizziamo, è legato alla solidarietà. Il calendario estivo del Parco prosegue con altri appuntamenti ed invitiamo tutti a partecipare”. Il presidente del Parco ha poi rivolto un ringraziamento particolare alla Capitaneria di Porto, alla Sub Tridente, ai bagnini della Baia, (tra cui Bagni Bahia del Sol e Bagni Joe Amarena) e ai tanti volontari che hanno scortato e supportato gli atleti, senza dimenticare la Protezione civile, il Comune di Pesaro e la Provincia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>