Sarà una Vis che suona il Rocc(o) Costantino? Intanto Chicco finisce sotto i ferri…

di 

28 agosto 2013

PESARO – La Vis corre ai ripari: Rocco Costantino, classe ’90, ex Amiternina e San Nicolò da oggi si allena con la Vis Pesaro. L’attaccante esterno, all’occorrenza prima punta (è dotato di un buon fisico ed è alto 182 cm), l’anno scorso ha segnato 5 reti in campionato dividendosi tra San Nicolò e Amiternina. L’anno prima ne aveva messi a segno 8, risultando uno dei punti di forza del neopromosso San Nicolò. Il giocatore abruzzese potrebbe essere più che una scelta tampone in attesa che Chicco e Cremona tornino dai rispettivi problemi.

Rocco Costantino

Rocco Costantino

Chicco, domani, subirà un piccolo intervento: gli sarà applicata una vite al piede destro, dove ha una microfrattura, per velocizzare i tempi di recupero. Ma, se tutto andrà bene, lo rivedremo in campo tra due mesi. Cremona, pur registrando sensibili miglioramenti, non sarà della partita ad Agnone e potrebbe tornare disponibile (ma poi bisognerà vedere in che condizione atletica) per il derby col Matelica. Insomma, la Vis lavora a 360 gradi: non è escluso che oltre a Costantino, alla fine, tesseri anche il ’92 Michele Pieri, urbinate, reduce da due stagioni in C2, ancora tesserato con il Palermo, che accetterebbe di buon grado la possibilità di rimettersi in gioco con la Vis Pesaro.

5 Commenti to “Sarà una Vis che suona il Rocc(o) Costantino? Intanto Chicco finisce sotto i ferri…”

  1. Io me scrive:

    E Costantiti per cosa l’hanno preso se poi tesserano altri 2 “esperti” (no under)? Quando potrà essere provato? Non era forse meglio lasciarlo giocare veramente a Cesena o Romagna Centro?

    • admin scrive:

      Domande da girare alla Vis. Noi possiamo solo dire che essendo un under, peraltro ’96, potrebbe trovare più spazio di altri. La Vis non aveva nel suo ruolo (esterno) un giocatore così. Rocco Costantino è un 1990, non un under

  2. Io me scrive:

    Proprio perché anche questi nuovi non sono under (quindi ritenuti di maggiore affidabilità) un ragazzo ’96 troverà ancora minor spazio!!!! Poi quando rientreranno Cremona e Chicco, che non hanno 6/8 mesi di stop previsto, sarà ancora più precluso…. Certo che la riflessione riguarda la società!! (forse chi scrive questi articoli “ha la coda di paglia” e si è sentito parte in causa con la società?)

    • admin scrive:

      Chi scrive questi pezzi, non meno di un anno fa, è stato quasi 6 mesi senza parlare con alcuni dirigenti e alcuni giocatori per vedute differenti. Quindi, se c’è qualcuno che non ha problemi a scrivere qualcosa quando non va, quello sono io. Io non so che rapporto abbia lei con i ragazzi in questione ma le posso dire che qualsiasi under venuto o tornato o rimasto a Pesaro, quest’anno, doveva sapere di trovarsi davanti prima di tutto a dei titolari come Ridolfi, G.Dominici, A.Torelli e Bugaro. Titolari perché hanno dimostrato sul campo, l’anno scorso, di essere giocatori di categoria (e oltre). Detto questo, 4 under devono giocare per regolamento e la Vis, spesso, quasi sempre, ha dimostrato di non aver paura a schierare anche 6 under nell’11 titolare (peraltro c’è anche il premio giovani D valore da tenere conto). Inoltre, in un campionato lungo e difficile come la Serie D a un under non si chiede di fare tutte partite ma di far vedere che vale nelle partite in cui gioca, di sapere imparare dai grandi, saper stare in una squadra. Le ricordo che l’anno scorso Ridolfi non partiva titolare: davanti a lui sulla carta c’era Urbinati. Poi sappiamo come è andata a finire… Se un giovane vale, la Vis sa valorizzarlo.

  3. Io me scrive:

    Come consideri Rossi, Bugaro, Torelli G. Etc? Tutti centrali o “esterni”?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>