Ricattato dopo sesso, coca e filmini con il trans. Pesarese di 50 anni, sposato, chiede aiuto ai carabinieri

di 

30 agosto 2013

MISANO – Cinquant’anni, pesarese, sposato, ricattato da un trans. Come? Lo aveva ripreso mentre faceva sesso e tirava di coca. Il trans, brasiliano, vent’anni di meno, lo ha minacciato: “Se non mi dai 2500 metto su youtube il filmato”. E il pesarese prima ha pagato, poi è andato a denunciare tutto ai carabinieri che, in breve, hanno arrestato il trans per estorsione aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

Dalle ricostruzioni dei carabinieri il pesarese frequentava da tempo il brasiliano e amava farsi filmare col telefonino: questo, in breve, aveva causato una escalation di ricatti: prima 500 euro, poi altri 2000, per evitare che il filmato prima finisse in possesso di sua moglie e poi su youtube in pasto a tutti.

Il 26 agosto la resa dei conti, ma con i carabinieri. Che dopo il pagamento da parte dell’uomo sono passati in borghese a casa del trans che, fiutato il problema, ha reagito beccandosi anche l’accusa poi di resistenza a pubblico ufficiale. La versione del trans, ora agli arresti domiciliari a Milano, è stata poi diversa: “Il pesarese era un cliente assiduo e molto esigente – come riporta il Carlino -. Pretendeva rapporti a tre e sesso per 8 ore. Io gli ho fatto anche credito ed era lui che voleva farsi riprendere”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>