Dance Immersion Festival, a Cagli le mostre dedicate a “Le Sacre du Printemps”

di 

31 agosto 2013

CAGLI – Il Festival Dance Immersion di Cagli apre la sezione delle Arti Performative e propone DOMENICA 1 SETTEMBRE un approfondimento del tema de “Le sacre” (tema ispirato all’opera di Stravinskij “Le Sacre du Printemps) con l’Inaugurazione di due interessanti Mostre : la prima alle ore ore 17:30 a Palazzo Berardi Mochi Zamperoli: “Visioni e perturbamenti tra sacro e libertà “,curata dal Dott. Matteo De Simone , Psicoanalista ordinario e responsabile culturale Associazione Italiana di Psicoanalisi(A.I.Psi) con sei artisti di prestigio nazionale: con Giovanni Izzo (fotografo), Julye Jacomel (fotografa), Alberto Raffaeli (fotografo), Guglielmo Vecchietti Massacci (scultore ), Ilaria Beretta (scultrice ), Flavia Mastrella (scultrice ).

IL TEATRO di Cagli

IL TEATRO di Cagli

La seconda alle ore 18:30, al Seminario Vescovile:” Sanctum corpus humanum”

con foto (tutte rigorosamente in Bianco e Nero) di Giovanni Izzo -Julye Jacomel – Tiziana Cera Rosco.

Le opere esposte sono una sorta di articolazione o riverbero della sacralità estesa nel tempo e nella società. Gli artisti offriranno un loro punto di vista che darà un singolare contributo alla “riflessione e alla interpretazione” del tema scelto dal Festival Dance Immersion. La presenza a Cagli dei artisti fotografi, in particolare del Maestro Giovanni Izzo, ha contribuito ad alimentare una performatività delle immagini che ha interessato i partecipanti che sono stati ritratti dal fotografo casertano che ha scattato anche delle bellissime inquadratura della cittadina on line sul sito CAGLITEATRO.

Il festival, diretto da Benilde Marini, è promosso dall’Istituzione Teatro Comunale di Cagli, organizzato dall’Associazione “Movimento e Fantasia” ed è riconosciuto dall’Unesco fra le 13 iniziative segnalate al mondo nel mese di Agosto.

 

Il Festival Dance Immersion di Cagli prosegue LUNEDÌ 2 SETTEMBRE al foyer del Teatro Comunale – ore 19:00 con la Maratona video de Le Sacre du Printemps : un percorso guidato da Massimo Puliani (docente universitario e dell’Accademia) con due spettacoli che hanno segnato la storia della danza, quello della compagnia di Maurice Béjart (del 1959 – Video 1970) e quello del Wuppertal Dance Theater di Pina Bausch al (1976 -Video 1978). Interviene: Nicolò Palazzetti “analisi della drammaturgia musicale de “Le Sacre du Printemps” composto nel 1913 da Igor Stravinskij. Di questa prima interpretazione il prof. Puliani ha recuperato alcune immagini in movimento del geniale Vaslav Nijinsky di cui sono state fatte vedere a Cagli anche i suoi disegni artistici che il danazatore aveva realizzato nel suo diario che è stato oggetto di studi psichiatrici e psicanalitici. MERCOLEDì 4 SETTEMBRE la Maratona de Le Sacre du Printemps, si concluderà con la visione molto suggestiva e spettacolare della versione della compagnia Theatre Zingaro con coreografie di Bartabas (2000) che ricrea la sagra in un ambiente circense con cavalli e selvaggi danzatori che trasmettono l’arte equestre ad alto livello espressivo e della versione del coreografodi Angelin Preljocaj (2001) che tasporta l’opera ai nostri giorni con un gruppo di ragazzi che violentano una ragazza che lotta per la difesa della propria libertà.

Il festival, diretto da Benilde Marini, è promosso dall’Istituzione Teatro Comunale di Cagli, organizzato dall’Associazione “Movimento e Fantasia” ed è riconosciuto dall’Unesco fra le 13 iniziative segnalate al mondo nel mese di Agosto.

 

 

Info: www.movimentoefantasia.it, mail: movimentoefantasia@libero.it telefono 393.9690277

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>