Vendemmia, si contano i danni della grandine ma la qualità sarà buona. Il bilancio

di 

2 settembre 2013

PESARO – Vendemmia come nei tempi antichi, ma che fatica. L’andamento climatico sta riportando la raccolta delle uve agli anni in cui il ciclo delle stagioni era regolare: per le uve bianche e rosse siamo in ritardo in media di quindici, venti giorni. La vendemmia vera e propria inizierà dunque tra settembre e ottobre, anche se ha dovuto fare i conti con la grandine in questi ultimi giorni.

Vendemmia al via. Foto tratta dal web

Vendemmia al via. Foto tratta dal web

Le violente e repentine precipitazioni infatti hanno provocato danni a macchia di leopardo in varie zone della provincia, come spiegano Gianfranco Santi, Denis Bernabucci e Claudio Nasoni, rispettivamente direttore Cia, direttore Confagricoltura e presidente Copagri: “Purtroppo sono stati parecchi gli agricoltori danneggiati irrimediabilmente nei loro raccolti dalla grandine. Ne ha fatto le spese in particolare le vigne. Nella zona di Candelara, ad esempio, c’è chi ha avuto distrutto completamente il raccolto, con gravissimi danni sul piano economico, ma non è la sola zona colpita. Anche i vitigni dell’alta collina, nella zona del Montefeltro e nelle valli del Metauro e del Cesano, hanno subito danni per la grandine a macchia di leopardo. Di fronte a questa situazione ci domandiamo chi interviene a tutelare gli agricoltori, e in quale modo. Ricordiamo che le eccezionali piogge di inizio estate avevano già colpito le uve, costringendo gli agricoltori a un lavoro straordinario in vigna per salvare il raccolto”. La vendemmia, secondo le tre associazioni, sarà comunque di qualità: “L’escursione termica tra giorno e notte e il sole di questa fine estate, specie sulla costa, garantiranno un raccolto di qualità. Avremo in particolare vini rossi di pregio, ma anche per i bianchi siamo fiduciosi, sperando in un settembre clemente”.

 

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>