La Prb dimezza i dipendenti? Fiom Cgil e Fim Cisl proclamano lo stato di agitazione

di 

3 settembre 2013

FERMIGNANO – In seguito all’ incontro che si è svolto il 2 settembre tra sindacati e direzione della Prb, l’azienda ha prospettato la volontà di procedere – per difficoltà economiche e gestionali – alla  riduzione del  personale pari circa alla metà degli effettivi, ovvero 65 su 132 lavoratori. Le organizzazioni sindacali Fiom Cgil e Fim Cisl, questa mattina, durante un’assemblea con i lavoratori, hanno proclamato lo stato di agitazione sindacale.

Il prossimo incontro con l’azienda con sede a Fermignano è previsto per il 6 settembre e, dichiarano Cinzia Massetti della Fiom e Emanuele Chiarotti della Fim  dopo quell’ incontro “ci riservano, in base all’esito, di attivare tutti gli strumenti sindacali per evitare lincenziamenti che provocherebbero un danno gravissimo sia per la tipologia dei soggetti coinvolti (famiglie monoreddito) sia per l’intero territorio dell’ Alta Val Metauro, poiché la Prb di Fermignano è, per numero di addetti, il terzo sito produttivo della vallata.

Esprimiamo, con questa nota, tutta la nostra preoccupazione per una vertenza difficile che si protrae già da circa 12 mesi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>