L’assemblea provinciale della Rete degli Studenti Medi: Spallacci lascia il posto a Damiano Pantaleoni

di 

3 settembre 2013

FANO – Lunedì 2 e martedì 3 settembre, a Fano, si è svolta l’assemblea provinciale della Rete degli Studenti Medi. Tale assemblea era volta ad analizzare la situazione attuale dell’istruzione, in particolare delle scuole della provincia, e a strutturare tutto quello che sarà il percorso di iniziative e mobilitazioni dei prossimi mesi.

Rete degli studenti medi, Spallacci e Pantaleoni

Rete degli studenti medi, Spallacci e Pantaleoni

“Noi studenti e studentesse della Rete degli Studenti Medi di Pesaro e Urbino – spiegano dal Coordinamento – riteniamo che in un periodo di grandi difficoltà economiche e sociali come quello che sta affrontando il nostro paese, sia importante rivedere il nostro sistema scolastico, considerando la scuola il luogo di formazione dei lavoratori di domani. Il 12 settembre purtroppo ci ritroveremo costretti ad entrare in una scuola tutt’altro che inclusiva, in cui il caro libri e l’aumento dei costi dei mezzi di trasporto sta mettendo sempre più in ginocchio famiglie in difficoltà, che si trovano costrette ad enormi sacrifici pur di garantire ai propri figli un’istruzione dignitosa. Proprio per questo già dal primo giorno di scuola inizieremo a far sentire la nostra voce dando inizio ad una serie di iniziative e mobilitazioni finalizzate a far puntare nuovamente i riflettori sulla condizione degli studenti e delle loro famiglie”.

All’interno di questa assemblea, inoltre, Matteo Spallacci, Coordinatore Provinciale uscente della Rete degli Studenti Medi,
ha lasciato il posto al nuovo Coordinatore Provinciale Damiano Pantaleoni, eletto all’unanimità dall’assemblea.

“Ringrazio tutti coloro che hanno vissuto questo percorso al mio fianco – scrive Matteo Spallacci, coordinatore uscente – sia i compagni e le compagne di altri territori della Rete, sia i compagni della Rete di Pesaro e Urbino che da diversi anni portano avanti le loro rivendicazioni sul territorio. Faccio inoltre tantissimi auguri a Damiano, che ora prenderà il mio posto, affinché riesca a portare avanti sul territorio le lotte e le rivendicazioni in cui crediamo”.

Spinti da un nuovo coordinatore e da nuova energia inizieranno carichi questo nuovo anno, cercando di ritornare protagonisti
degli spazi che gli appartengono, e ricordando a tutti che vogliamo una scuola che sia laica, inclusiva e di qualità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>