“Candelara Art Festival – I codici del contemporaneo”: tra rock indipendente, teatro, video arte e readings

di 

4 settembre 2013

Arco Candelara

L’entrata del castello di Candelara

CANDELARA – Sabato 7 settembre dalle ore 18,30 il castello del borgo di Candelara ospiterà un evento che propone concerti di musica rock indipendente, spettacoli di teatro contemporaneo, video arte, readings.

L’evento è organizzato da Collettivo Borgo Calling, Teatro dei Bottoni, associazione S.O.M.S., Circolo Mengaroni, si avvale del contributo di alcuni enti tra cui, Comune di Pesaro – Assessorato Partecipazione e quartieri, Quartiere 3 Colline e Castelli, Pro loco Candelara.

CANDELARA ART FESTIVAL: vuole essere uno spazio di libera espressione per artisti locali e nazionali, un luogo per il confronto e la commistione di linguaggi, tra le mura del castello di Candelara, per un giorno di festa delle arti. Sui due palcoscenici allestiti per l’occasione si esibiranno musicisti e performers di grande talento. Sul palco musica aprirà la serata: “Tante Anna” musica minimale, levigata e scura di Thomas Koppen e Alessandro Baronciani. Il palco teatro sarà inaugurato da Giancarlo Sessa, attore fisico e performer vocale che ha lavorato in numerosi festivals – Ammutinamenti(RA), Interplay (TO) Nottenera- con “Pillole” ritratti emozionali di espressione corporea. A seguire, si alterneranno sui due palchi i Caveau, giovane band pesarese che propone suonorità rock che affondano le proprie radici negli anni ‘70, ’80, Teatro dei Bottoni con  “Happiness” un dramma originale su una donna e il tempo, Jacopo Nacci- romanziere filosofo attore- autore di “Dreadlock”, che per l’occasione lascerà l’onere e l’onore di musicare le proprie parole ai “Lupi del bosco orientale”, Maria Francesca Guerra, performer diplomata alla scuola d’arte drammatica Paolo Grassi (MI), con “Sinfonia per corpo solo #3” (progetto realizzato in collaborazione con Takla Improvising Group) ed infine i Sonic Jesus, band romana sotto contratto con una delle più importanti etichette psichedeliche europee, la Fuzz Club record e His Electro Blue Voice trio comasco bolognese considerato tra le nuove significative realtà del post punk, che presentano il nuovo disco uscito il 20 agosto per l’americana Sub Pop, etichetta che ha scritto la storia del rock pubblicando i primi lavori dei Nirvana e delle più importanti band degli anni 90.

A tenere insieme musica, danza, teatro, reading, la selezione di arte elettronica curata da Francesca Amati, videomaker diplomatasi all’accademia di Urbino: in proiezione nel giardino del castello i video di Barbara Agreste, Cristina Pavese, Francesca Amati, Michela Pozzi, Quiet Ensamble, Lino Strangis e gli interventi acustici di Lorenzo Pizzorno.

Cornice dell’evento il mercatino di artigiani. Ingresso libero.

Info su https://www.facebook.com/BorgoCallingSummerFest.

Un commento to ““Candelara Art Festival – I codici del contemporaneo”: tra rock indipendente, teatro, video arte e readings”

  1. jacopo nacci scrive:

    Jacopo Nacci non è filosofo né attore, e anche per attribuirgli il titolo di romaziere attenderei qualche anno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>