La sorella del ministro Kyenge rinviata a giudizio con l’accusa di aver picchiato una vicina di casa popolare.

di 

5 settembre 2013

PESARO – Kapya Dora Kyenge, 46 anni, sorella del ministro dell’integrazione Cecille Kyenge, è stata rinviata a giudizio davanti al Giudice di Pace di Pesaro con l’accusa di aver picchiato e insultato una vicina di casa: l’albanese Aferdita Bquiri, residente come lei abita in una casa popolare dell’Erap nella frazione di Ginestreto. La notizia, come riporta il Carlino, risalgono al 18 aprile scorso, anche se la Bquiri, medicata al pronto soccorso con una prognosi di cinque giorni, ha querelato Kaypa Dora Kyenge per lesioni, minacce e ingiurie soltanto un mese dopo. Secondo il racconto della presunta vittima Dora Kyenge avrebbe rimarcato il fatto di avere “le spalle coperte” visto che sua sorella “è in Parlamento”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>