VIS PESARO – MATELICA 2-0

di 

8 settembre 2013

VIS PESARO – MATELICA 2-0

VIS PESARO: (4-2-3-1): Foiera; G.Dominici, Cusaro, Melis, Martini; A. Torelli, Omiccioli; G.Torelli (30′ st Di Carlo), Ridolfi, Bugaro (42 st Cremona); Costantino (49′ st Costantini). A disp.: Osso, Pangrazi, Bartolucci, E. Dominici, Rossi, Pieri. All. Peppe Magi

MATELICA (4-3-1-2): Spitoni; Silvestrini, Ercoli, D’Addazi0, Tonelli; Moretti, Scartozzi, Scotini (31′ st Martini); Cacciatore; Cognigni (20′ st Api), Jachetta (35′ st Mangiola). A disp.: Fratoni, Gilardi, Rocchegiani, Lanzi, Lazzoni, Staffolani. All. Fabio Carucci

ARBITRO: Chindemi di Viterbo

MARCATORE: 42′ pt Bugaro (V), 20′ st Bugaro (V)

NOTE: Spettatori 700 circa con un pullman proveniente da Matelica. Presente in tribuna il ct della Rappresentativa Dilettanti Roberto Polverelli e lo storico ex allenatore della Vis Becchetti. Ammoniti: Cacciatore (M), Cusaro (V). Angoli 8-6, recuperi: pt 1′, st 4′

 

PESARO – Esordio in campionato per la Vis Pesaro al Benelli, dopo la sconfitta in Coppa Italia contro il Fano e in campionato, 7 giorni da, ad Agnone. Primo dei 16 derby stagionali fra corregionali previsto quest’anno in serie D. Un solo doppio precedente che risale a 61 anni fa: 2-2 al Benelli, 0-0 a Matelica con la Vis che concluse la stagione retrocedendo con una squadra formata completamente da under 18.

Altri tempi, ora: il Matelica, neopromosso dopo aver stravinto l’ultima Eccellenza, è dotato di un arsenale super tra Api (che rientra come Lazzoni dopo la squalifica), Staffolani (ex), Mangiola, Cognigni, Jacchetta e Cacciatore. In porta un altro ex, Spitoni, classe 84, transitato per Pesaro giovanissimo, all’epoca di Bruscoli. Di spessore anche l’esperto centrale difensivo Ercoli, ex Real Montecchio ai tempi di Emanuele Tresoldi allenatore. Tesserati in settimana due under: l’esterno basso Tonelli ’94 dal Bologna, subito titolare a sinistra, e l’attaccante Martini ’94 dal Gubbio. Scotini prende il posto di Vitali a centrocampo.

In casa Vis, invece, si registrano le prime convocazioni stagionali del bomber lumbard luca Cremona, reduce da una infiammazione al tendine d’Achille, e del neotesserato attaccante Michele Pieri, classe ’92, svincolatosi dal Palermo. Recuperato dopo la botta subita al piede Costantino. Dopo la squalifica torna l’under Bugaro.

Vis Pesaro in verde, Matelica in biancorosso. Prime sorprese: Vis a un’unica punta, Costantino, sostenuto da Ridolfi, finta punta, con Bugaro e Giorgio Torelli larghi in un 4-4-1-1 o 4-2-3-1. In difesa Melis e Cusaro centrali, con Martini a sinistra e Giovanni Dominici a destra. Nel Matelica formazione confermata, con Jachetta e Cognigni in attacco sostenuti da Cacciatore. In difesa esordio di Tonelli.

8′ Assolo di Ridolfi, conclusione ribattuta al limite dell’area, arriva Omiccioli che dai 25 metri prova di prima intenzione di poco alla sinistra di Spitoni.

11′ occasionissima per la Vis: cross di Giorgio Torelli dalla destra, teso, a centro area Ridolfi in girata di destro impatta benissimo ma il cuoio si stampa sulla traversa a Spitoni battuto.

Partita viva, Alberto Torelli contrastato duramente a centrocampo, nervi tesi ma la Vis c’è.

17′ Vis pericol0sa su azione d’angolo: Martini strattonato in area trova l’incornata, Ridolfi rapace sulla ribattuta spara alto. Sul ribaltamento di fronte occasione per il Matelica: Jachetta va via sulla sinistra e taglia basso in mezzo, Martini anticipa per un un soffio Cacciatore a centro area.

Ridolfi e Costantino si alternano in attacco, con il numero 10 biancorosso bravo a fungere da vertice come falso centravanti. Ercoli, ex Gubbio ed ex Real, non concede nulla.

26′ Ancora Ridolfi imprendibile: stop sulla destra dopo una sventagliata di Omiccioli, finta, controfinta, D’Addazio saltato e conclusione secca sul primo palo invece di servire Bugaro a centro area.

Risposta del Matelica: filtrante di Jachetta per Cognigni, Foiera deve uscire con i piedi ben oltre il limite dell’area. Poi è Melis, chirurgico, su Jachetta: applausi. Il centralone biancorosso si ripete su Cognigni: altri applausi. Buona Vis, Matelica sempre pronto a ripartire, difesa vissina compatta.

Ammonito Cacciatore per un brutto intervento su Cusaro in disimpegno. Poi è ancora Ridolfi, sulla destra, a mettere in mezzo per Costantino che gira al volo ma viene rimpallato.

40′ Ridolfi al limite, tiene in scacco la difesa

 

42′ Ridolfi per Costantino che si scontra con Tonelli, il rimpallo apre una autostrada per Bugaro che entra in area e batte Spitoni con un diagonale glaciale: 1-0.

43′ Vis vicina al raddoppio: Alberto Torelli balla con il pallone sulla linea del limite dell’area senza trovare varchi, palla per Omiccioli che di prima intenzione, di sinistro, spara verso Spitoni e complice una deviazione di un difensore, scheggia l’incrocio dei pali. Incredibile!

Fine primo tempo: 1-0, gol di Bugaro. Due legni colpiti: Ridolfi e Omiccioli

Ripresa: la Vis si presenta con una sassata di Costantino su punizione dai 35 metri, Spitoni para a terra.

5′ rinvio kamikaze di Silvestrini, Ridolfi come un avvoltoio piomba sul pallone danza in area e piazza un missile terra-aria che Spitoni devia all’incrocio dei pali da distanza ravvicinata. Paratissima.

13′ la punizione di Scartozzi sibila di poco a lato. Neppure il tempo di disperarsi che la Vis è nella metà campo del Matelica: Ridolfi vede Costantino che prende il tempo al difensore ma a tu per tu con Spitoni viene murato dal portierone del Matelica

16′ brividi per la Vis: angolo del Matelica, Dominici rinvia sulla schiena di Martini, Foiera c’è. Subito dopo è Cacciatore, dal limite, a trovare con la deviazione della difesa vissina una parabola strana che Foiera para in due tempi.

Moretti mette giù da dietro Ridolfi al limite: nessun cartellino ma mattonella perfetta per Bugaro che di sinistro trova a giro l’incrocio dei pali: 2-0!

Esce Giorgio Torelli, dentro Di Carlo che va a fare la punta centrale con Costantino a destra. Il Matelica risponde buttando nella mischia il neotesserato Martini, proveniente dalle giovanili del Gubbio.

“Vogliamo 11 leoni” urlano i tifosi del Matelica.

Minuto 42: boato per il ritorno di Cremona e l’uscita di Bugaro.

44′ punizione di Cacciatore dai 25 metri: palla tesa sotto la traversa, Foiera alza in angolo.

La Vis chiude in attacco: dopo 4′ di recupero i biancorossi possono festeggiare la prima vittoria stagionale. Avanti così.

I RISULTATI:

Girone F
Amiternina – Renato Curi 1-1 (Bongermino, Pedalino)
Ancona – Termoli 2-1 (12′ pt Degano, 45′ pt Miani, 21′ st Degano)
Bojano – Civitanovese 0-0
Giulianova – Isernia 2-0 (10 pt Broso, 44′ st Esposito)
Jesina – Celano Marsica 0-0
Maceratese – Fermana 1-1 (30′ pt Romano, 32′ st Borrelli)
Recanatese – Alma Fano 2-1 (18′ pt Palmieri, 17′ st Stefanelli, 42′ st Galli)
Sulmona – Olympia Agnonese 1-1 (Ceccarelli)
Vis Pesaro – Matelica 2-0 (42′ pt Bugaro, 19′ st Bugaro)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>