“Dalla Provincia alla Pampas: il cinema e l’occhio del documentarista’’. Si inizia con Pupi Avati

di 

11 settembre 2013

PESARO – Prenderà  il via venerdì 13 settembre, alle ore 17, nella sala del Consiglio comunale, il ciclo di conferenze dal titolo “Dalla Provincia alla Pampas: il cinema e l’occhio del documentarista’’, a cura di Paolo Montanari.

L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Pesaro, la Fondazione Marche Cinema multimedia, il settimanale Il Nuovo Amico e l’Assonautica di Pesaro e Urbino. Il primo incontro sarà tenuto da Paolo Montanari, storico del cinema, sul tema: “Il cinema di Pupi Avati’’ alle ore 17, nella sala del Consiglio comunale.

Montanari analizzerà il percorso cinematografico del regista bolognese, che non ha mai dimenticato il paesaggio della sua terra, le storie popolari frammiste di ricordi, tradizioni magiche e legate a una religiosità ancestrale. Sarà l’occasione anche di ricordare l’attore pesarese Arnaldo Ninchi, recentemente scomparso, a cui è dedicato il ciclo di conferenze, che fu interprete di uno dei più bei film di Pupi Avati, “Magnificat’’. Sarà presente all’incontro l’attore pesarese Claudio Sora, amico e compagno di teatro di Arnaldo Ninchi. L’iter artistico di Avati è quello di tanti giovani cineasti che hanno voluto intraprendere la loro carriera cinematografica a Roma, ma in Avati vi è poi il percorso inverso e il ritorno in provincia dove gli echi musicali del jazz, le analisi dei suoi personaggi, costituiscono il suo Dna. Pupi Avati è legato alla città di Pesaro, dove ha ricevuto il premio Raffaello all’Hotel Alexander Museum.

Il secondo incontro si terrà venerdì 20 settembre alle ore 18, nella sala del Consiglio comunale, con l’autore-regista Agostino Vincenzi che terrà una conferenza su “Il genere Western classico’’. Vincenzi, con la sua esperienza ultra trentennale nella regia cinematografica e teatrale, vincitore del prestigioso premio Teheran per il cinema dell’infanzia, analizzerà e commenterà alcune sequenze dei film “Fiume rosso’’ e “Mezzogiorno di fuoco’’ con Gary Cooper.  “L’eroe americano, ha sottolineato Vincenzi, avanza coraggiosamente verso il destino che incombe e i vari personaggi usciti dai memorabili film di John Ford e di altri cineasti americani, affrontano la natura in maniera spontanea, evidenziando sempre i sentimenti umani’’.

Terzo appuntamento il 27 settembre alle ore 18, nella sala del Consiglio comunale, con il regista Giorgio Ricci, che terrà una conferenza su “Il documentario’’. Ricci analizzerà il cinema – documentazione. Il documentario risale alle origini della Settima Arte ed è un genere che viene molto rivalutato dalla critica e dal pubblico, anche per l’aspetto sperimentale che molti autori – registi riescono a realizzare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>