Omiccioli-Mattioli, duello a colpi di lettera

di 

11 settembre 2013

 Hadar Omiccioli*

 

LETTERA APERTA A MATTIOLI

 

Hadar Omiccioli

Hadar Omiccioli, capolista di Fano a 5 stelle

FANO – Caro Sig. Mattioli, inutile dire che leggendo quanto da Lei scritto siamo rammaricati d’averLe arrecato un simile turbamento. Le assicuriamo infatti di non aver alcuna intenzione di nuocerLe in nessun modo e tanto meno di darLe fuoco in piazza. Se avrà l’amabilità di rileggere il nostro comunicato di ieri, siamo certi non potrà fare a meno di trovarlo alquanto pacato e, speriamo, obbiettivo. Ci siamo semplicemente limitati a scrivere ciò che tutta Fano già sa, ossia che suo padre è stato per nove anni presidente di ASET SPA e che Lei, neosegretario de La Tua Fano siede da 4 anni in Consiglio Comunale anche in qualità di capogruppo della lista civica, nonchè nominato presidente della commissione urbanistica. Per quanto riguarda le eventuali valutazioni politiche in merito ad eventuali profili di inopportunità, ognuno è ovviamente libero di seguire il proprio giudizio e la propria sensibilità, nonché ovviamente quella dei propri elettori. Per noi del M5S alcune cose, per fortuna, sono e restano di difficile accettazione, specie in un momento storico come quello che sta attraversando l’Italia. Le facciamo inoltre presente che il Sindaco Stefano Aguzzi espresse in passato posizioni non dissimili dalle nostre, senza che le cronache del tempo, a che ci risulta, abbiano avuto modo di registrare la Sua indignazione. Cicetti venne infatti allontanato dall’incarico di presidente ASET dopo che sua nuora aveva vinto un regolare concorso per un lavoro a tempo determinato, mentre all’ex assessore Majorano toccò simile sorte per il solo fatto che sua moglie ebbe l’ardire di partecipare a un regolare concorso pubblico. Tutti fatti che Lei ovviamente non può ignorare e i quali ora, in qualità di segretario de La Tua Fano, La invitiamo a riesaminare. Visti i precedenti sopra ricordati, cosa ritiene debba fare Aguzzi in questo frangente, chiedere le dimissioni di sua moglie o coerentemente rassegnare le proprie? Attendendo una Sua valutazione, preferibilmente scevra da un numero eccessivo di copia incolla, cogliamo l’occasione per ricordarLe che, vista la sorte toccata, tra gli altri, anche al Suo ex segretario Severi, in merito ai padri padroni, sarebbe forse il caso che ognuno guardasse in casa propria. Almeno su questo possiamo assicurarLe che noi di Fano 5 Stelle non abbiamo mai preso né mai prenderemo ordini da nessuno.

Inoltre volevamo ricordare al Consigliere/Capogruppo/Segretario/Presidente della Commissione Urbanistica che il comunicato è firmato dal Movimento 5 Stelle Fano e non da una singola persona, perchè i nostri comunicati sono condivisi dagli attivisti prima di essere mandati alle testate giornalistiche, anche quando sono a nome del nostro Consigliere Hadar Omiccioli, per cui non si può certo affermare che ci nascondiamo dietro ad un’anonima tastiera. Capiamo che per molti politici la questione della partecipazione e della condivisione è di difficile comprensione, ma noi cerchiamo di esprimere il parere di tutti o meglio dei nostri attivisti, al contrario di tanti personaggi politici che esprimono sempre più spesso opinioni personali e non condivise dalla base, poichè una volta eletti si sentono onnipotenti e titolari del sapere.

 

Infine ci meraviglia il silenzio di quella parte politica che ufficialmente si dichiara all’opposizione, forse perché anche loro sono abituati a questo modo di fare? Quante situazioni simili ci sono in Provincia, Regione ed in Parlamento? Temiamo sicuramente tante, troppe.

 

 

*CAPOLISTA Lista Civica FANO A CINQUE STELLE – beppegrillo.it

 

Ed ecco la controrisposta di Mattioli

 

di Giacomo Mattioli*

 

GRILLINI: UFFICIALMENTE A CORTO DI IDEE (E DI NOZIONI-BASE)

 

Giacomo Mattioli

Giacomo Mattioli, segretario Lista Civica La Tua Fano

Evidentemente nel Movimento 5 stelle hanno parecchio tempo da perdere, se invece di occuparsi di politica perdono tempo a scrivere lettere aperte al sottoscritto e continuano ad attaccare sul personale ora un esponente dell’Amministrazione, ora un altro. Evidentemente sono a corto di idee da proporre alla città, e cercano facile visibilità scandalistica come il loro guru gli insegna.

Ripeto, sono sempre più convinto che vi serva un corso di democrazia: ancora non avete capito il significato di cosa vuol dire essere eletti a una carica.

Io sono stato eletto in Consiglio Comunale ricevendo i voti dei cittadini, sono stato eletto Segretario ricevendo i voti (all’unanimità) di un’assemblea di circa 60 iscritti presenti, sono stato eletto Capogruppo ricevendo i voti dei miei colleghi Consiglieri (ai quali ho rimesso il mandato dopo essere stato eletto Segretario, salvo vedermelo da loro confermato), sono stato eletto Presidente di Commissione ricevendo i voti dei Consiglieri membri di quella Commissione.

Mi rendo conto che per voi è difficile comprendere il significato di volontà popolare, ma vi consiglio di studiarvelo bene per non avere spiacevoli sorprese nel corso della vostra esperienza politica.

Sul passato non sono certo io a dover dare spiegazioni, io guardo avanti e non indietro come invece piace fare a voi. Ma forse è meglio ricordarvi, dato che dimostrate (o fingete) di non saperlo che la Lista Civica “La Tua Fano” da più di 10 anni (ben prima che i vostri movimenti nascessero) è un vero luogo di confronto, consultazione e partecipazione democratica, dove le decisioni si prendono tutti insieme e si condividono tutte le scelte, fino ai comunicati stampa. Delusi eh?

Quello che dà fastidio a tutti è il vostro gioco di attaccare i vostri avversari scendendo sul personale, salvo poi subito nascondervi dietro un apparentemente innocente “volevamo solo dire…” a cui non crede più nessuno. Lanciare il sasso e nascondere la mano è la vostra specialità.

State tranquilli, non ho paura di voi né personalmente né come Lista Civica: state dimostrando da soli, quasi quotidianamente, di che basso livello siete capaci, e di questo passo vi auto-danneggerete talmente bene che possiamo dormire sonni tranquilli. La cosa più triste è vedervi passare sopra con grande disinvoltura anche ai rapporti personali, di amicizia, esistenti ai tempi del periodo “pre-grillino”, che dimostrate di poter accantonare con facilità se ostacolano l’opera di denigrazione dell’avversario.

Vi ripeto, se volete un mondo di uomini non liberi “per colpa” dell’impegno politico o amministrativo dei propri padri, abbiamo visioni diametralmente opposte; e io, nel mio piccolo, combatterò con tutte le mie forze questo diabolico progetto. Detto questo, passo e chiudo: la città non ha bisogno di queste finte polemiche, e noi d’ora in poi parleremo solo delle nostre idee e dei nostri progetti (dato che, a differenza di qualcuno, ne abbiamo).

 

 

*Segretario Lista Civica “La Tua Fano”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>