Iniziato il conto alla rovescia per Overtime Festival, intanto l’associazione pesarese Pidaro è stata ospite dell’Università Bicocca di Milano

di 

14 settembre 2013

MILANO – Il conto alla rovescia è iniziato. Manca meno di un mese all’inizio della terza edizione di Overtime – Festival del racconto e dell’etica sportiva (10-13 ottobre 2013). Ancora una volta, Macerata ospiterà alcune tra le migliori firme del giornalismo, gli sportivi di ieri e di oggi, case editrici, artisti e musicisti.

Questa volta, però, anche l’inaugurazione diventa un evento. Mercoledì 9 ottobre, alle 17.30, la presentazione della kermesse sarà ospitata nelle cantine di Casa Leopardi, a Recanati. Overtime incontra la grande letteratura, dove la passione di Giacomo Leopardi cantò lo sport in A un vincitore del gioco del pallone. Ispirata dal “magnanimo campion” maceratese Carlo Didimi che fu l’atleta più in vista di questa disciplina nell’800, i versi rivelano infatti la passione sportiva del più grande poeta italiano.

Andrea Lucchetta e MIchele Spagnuolo a Overtime Festival 2012

Andrea Lucchetta e MIchele Spagnuolo a Overtime Festival 2012

Saranno presenti il conte Vanni Leopardi di San Leopardo e Marcello Berlucchi, avvocato ed enologo della celebre dinastia vitivinicola, per esplorare due lati poco noti del poeta marchigiano: la passione per lo sport e per il vino come fuga dalla noia.

È grazie ad appuntamenti come questo che Overtime sta diventando un modello a livello nazionale. Lo dimostra il prestigioso invito ricevuto dall’Università di Milano Bicocca per il 16 settembre. Michele Spagnuolo, presidente dell’associazione culturale Pindaro che organizza dal 2011 il Festival, terrà infatti una lezione di quattro ore per gli studenti del Master in Marketing territoriale e Cultural planning che avrà come argomento proprio l’ideazione e la gestione di Overtime Festival. Un importante riconoscimento accademico proprio alle soglie della terza candelina.

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE PINDARO

 

L’Associazione culturale “Pìndaro Sport&Events” si è costituita per opera di un gruppo di giovani amanti dello sport. Si tratta di una realtà associativa, nata senza scopo di lucro, che intende valorizzare e promuovere lo sport in tutte le sue forme.

Il nome Pindaro non è stato scelto a caso. Si tratta infatti dello scrittore greco vissuto nel V secolo avanti Cristo che per primo esaltò le gesta sportive ed i giochi olimpici.

“Pìndaro” vuole essere un punto di riferimento per quel che riguarda non solo la pratica sportiva ma anche per l’organizzazione di eventi culturali che abbiano al centro la salute, il benessere e la capacità aggregativa e di educazione alla socialità.

Tra le attività “Pìndaro” pone nella conoscenza delle discipline sportive e nel rapporto atleta- società civile il proprio campo d’azione e di approfondimento.

Per questo l’associazione intende distinguersi nel mare magnum di associazioni soprattutto per l’intenzione di scoprire e valorizzare gli aspetti culturali legati allo sport.

“Pìndaro Sport&Events” basa la propria opera sul volontariato e sull’autofinanziamento e intende porsi sin d’ora come punto di riferimento cittadino per progetti ed eventi sportivi che possano promuovere non solo la cultura del benessere ma anche del territorio e della socialità.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>