VIS PESARO – AMITERNINA 1-0: decide Dominici

di 

15 settembre 2013

VIS PESARO – AMITERNINA 1-0

VIS PESARO (4-4-1-1): Foiera; G. Dominici, Cusaro, Melis, Martini; G.Torelli (1′ st Di Carlo), A.Torelli, Omiccioli, Bugaro (37′ st Pieri); Ridolfi; Costantino (19′ st Rossi). A disp: Osso, E.Dominici, Pangrazi, Bartolucci, Tonucci, Costantini. All. Magi

AMITERNINA (4-1-2-2-1): Spacca; Nuzzo, Valente, Santilli, D. Lenart; Loreti (17′ st Del Coco); Petrone, Peveri (41′ st Bocchino); Torbidone,L.  Lenart (30’st Cerroni); Pedalino. A disp: Vinci, Giansante, Rufini, Shipple, Mariani, Cipolloni. All. Angelone

ARBITRO: Bariola di Piacenza

MARCATORE: 41′ st G.Dominici (V)

NOTE: Spettatori 600 circa (paganti 185, incasso senza quota abbonati: 1960 euro), Ammoniti: Loreti (A), Bugaro (V), Santilli (A), Valente (A). Angoli: 3-3, Recuperi: pt 0′, st 4′

 

PESARO – Seconda partita consecutiva della Vis al Benelli, dopo la vittoria di 7 giorni fa sul Matelica firmata da una doppietta di Bugaro. A Pesaro, questa volta, arrivano gli aquilani dell’Amiternina che, l’anno scorso, al Benelli, impattarono 1-1 di fronte le telecamere di Rai Sport (alla rete di Pedalino, accostato poi in estate alla Vis, rispose l’incornata di Paoli). Gli abruzzesi sono ancora imbattuti e reduci da due pareggi agguantati in  rimonta con Matelica e Isernia. La Vis, dopo la sconfitta alla prima giornata patita ad Agnone, deve confermare i progressi esibiti contro il Matelica domenica scorsa.

Il mucchio selvaggio dopo il gol di Giovanni Dominici al 41' del st di Vis-Amiternina

Il mucchio selvaggio dopo il gol di Giovanni Dominici al 41′ del st di Vis-Amiternina

Non convocato Luca Cremona: per il bomber, ancora sofferente al tendine della caviglia, ci sarà un consulto tra lunedì e martedì. Sempre assenti, poi, i degenti Chicco (che toglierà il gesso il 18 settembre) e Vagnini. Nella squadra di Scoppito rientra dopo i due turni di squalifica il difensore Mariani ma non sono stati convocati per infortunio Conti, Federici, Holknecht, Staiano e Calvaresi.

Ex della partita il vissino Costantino, l’anno scorso autore di 18 presenze e tre reti con la maglia giallorossa. Curiosità: ultima giornata per abbonarsi alla Vis, il numero di tessere vendute dovrebbe aver superato quota 200 segnando un piccola impennata rispetto alle ultime due stagioni.

Partiti: nulla da segnalare nei primi 4 minuti tranne una conclusione al volo di Pedalino (4′) dal limite ampiamente fuori dallo specchio.

Magi conferma gli 11 di domenica scorsa con un atteggiamento tattico che con l’andare del tempo ricalca più un 4-2-3-1 con Costantino unica punta, nell’Amiternina torna titolare Lukasz Lenart in un 4-1-2-2-1 con Loreti da schermo davanti la difesa e Pedalino vera unica punta.

Ritmi bassi, centrocampo intasatissimo: per “slegare” la trama servono fiammate, Ridolfi ci prova due volte ma sulla prima Giorgio Torelli sbaglia il movimento in area, sulla seconda la palombella per Costantino risulta troppo complicata da controllare in area sulla pressione dei difensori giallorossi (oggi in tenuta bianca).

L’Amiternina se la gioca non lasciando respiro a Ridolfi, marcato a uomo da Loreti, e Alberto Torelli pedinato in ogni zona del campo da Peveri. Calcio d’altri tempi ma che, nella prima mezz’ora, produce gli effetti voluti.

19′ Grande prima occasione per la Vis: Ridolfi trova con una pennellata dalla sinistra, sul secondo palo, Giorgio Torelli che al volo taglia l’area, la palla sfila sul palo opposto dove arriva Bugaro che al volo, di sinistro, il suo piede, spara alto. Ancora Vis: Omiccioli prova il sinistro dal limite: conclusione smorzata, parata da Spacca. Magi manda a scaldare Di Carlo.

21′ Pedalino ruba il tempo a Dominici, si allarga sulla sinistra e serve di piatto a limite dell’area Peveri che allarga il compasso e la piazza all’incrocio sinistro di Foiera che vola e devia in angolo. Sul corner Alberto Torelli viene abbattuto da una manata (involontaria?) di Pedalino.

Ancora Pedalino al 23′: girata debole, anche se rapida, dal limite. Foiera c’è.

24′ Ridolfi si accende: fiammata palla al piede e, memore degli “inviti a darla” dello staff tecnico biancorosso, serve in profondità Bugaro che di prima la gira a centro area dove però Costantino viene anticipato.

Piace l’Amiternina per applicazione tattica e individualità. Di Pedalino si sapeva ma con l’andare dei minuti iniziano a segnalarsi anche Peveri e Loreti.

27′ Tiro-cross di Martini dalla sinistra: palla di poco alta sull’incrocio dei pali opposto.

35′ Punizione di Costantino dai 30 metri: sassata sul primo palo che Spacca devia con le unghie.

40′ Pedalino detta il passaggio sulla destra e ricevuto il pallone lo scarica subito per Torbidone che dal limite dell’area esplode una conclusione che sfiora l’incrocio destro di Foiera. Brividi.

41′ Cusaro dalla retrovie vede Giorgio Torelli che però perde il tempo in area guadagnando solo un angolo.

43′ Altro coccolone firmato Amiternina, ancora con Torbidone: angolo e incornata a botta sicura fuori di un soffio.

45′ Gol annullato alla Vis per fuorigioco: punizione di Bugaro dalla trequarti, incornata di Alberto Torelli in rete. L’arbitro annulla mandando poi tutti a riposo per la fine del primo tempo senza recuperi.

Partenza sparata della Vis nella ripresa: dentro Di Carlo in mezzo per Giorgio Torelli, Ridolfi finto centravanti, Costantino largo a destra. Bugaro subito ammonito per un fallo a centrocampo ma sulla ripartenza, avviata da un tocco felpato di Ridolfi e proseguita da una progressione agonisticamente esuberante di Alberto Torelli, Costantino entra in area, ubriaca con una serie di finte e controfinte Nuzzo, ma poi invece di mettere in mezzo chiede il fallo in area dopo essersi fatto murare da due difensori.

Vis presente: è Alberto Torelli a calciare alto dal cuore dell’area di rigore. Vis pressante a pieno organico, con Martini a sinistra e Cusaro che va a dare man forte in attacco.

12′ Costantini fugge sulla destra e mette in mezzo, troppo alto per Di Carlo a centro area, mentre Bugaro perde una frazione di secondo per arrivare in chiusura e si fa anticipare da Nuzzo.

18′ Mister Angelone cambia: fuori l’infortunato Loreti (problema muscolare), dentro l’esperto Del Coco. Magi sorprende  tutti richiamando subito dopo il positivo Costantino per Rossi (che va a fare la punta centrale).

19′ Torbidone entra in area da destra, Foiera in uscita in due tempi fa sua la sua la sfera.

La Vis continua a sfondare a destra senza però trovare il tocco risolutore in area di rigore: emblematico l’assolo di Ridolfi al 28′, con il funambolico numero 10 biancorosso capace di danzare sulla linea di fondo campo e abile nel mettere in mezzo un pallone rasoterra, forte, teso, che Santilli per poco con devia nella propria porta riuscendo poi a spazzare via sulla riga a Spacca battuto.

32′ Travolgente azione centrale di Ridolfi che, palla al piede, vincendo un contrasto a centrocampo, s’invola centralmente: Santilli lo placca platealmente chiudendosi a tenaglia con Valente. L’arbitro opta per il giallo.

37′ Magi si gioca la carta Pieri: esordio per l’ultimo tesserato in casa biancorossa, ex Forlì e Santarcangelo, l’anno scorso nella Primavera del Palermo, al posto di uno spento Bugaro.

42′ Vis in vantaggio: punizione di Omiccioli dalla destra, un giocatore della Vis la spizza di testa allungando la traiettoria a centroarea, Pieri salta con Spacca, la tocca di testa, la palla s’impenna e Giovanni Dominici, sempre di testa, la mette dentro: gooool!!!! Bellissima l’esultanza con il fratello gemello Eugenio in panchina.

Nel finale succede di tutto: Rossi di piatto potrebbe chiudere meglio un’azione prolungata di Alberto Torelli e poi è Spacca a uscire di piede su Ridolfi lanciato a rete. Di Carlo in area, si gira, e mette sul secondo palo per Pieri che prova ma non trova la rovesciata.

Finisce dopo 4′ di recupero: 1-0, avanti Vis

 

 

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>