Camera di Commercio e Aspin 2000 al fianco delle imprese del territorio. Export ok, ma bisogna ampliare la platea di chi internazionalizza

di 

16 settembre 2013

PESARO – “La Camera di commercio si sta impegnando in un proficuo lavoro per aiutare il nostro sistema economico a reggere l’urto delle nuove sfide”, ha detto stamane il presidente camerale Alberto Drudi, insieme con il vicepresidente Amerigo Varotti e il presidente dell’azienda speciale Aspin 2000, Giuseppe Cinalli, durante l’incontro convocato nella sede centrale di Pesaro per un consuntivo sull’attività durante i primi mesi dell’anno e per illustrare i programmi a breve scadenza. “La crisi – ha proseguito il presidente Drudi – sta spazzando via posti di lavoro e attività. Cadono i consumi e al tempo stesso le piccole imprese, che rappresentano il 97 per cento del sistema economico provinciale, devono fare i conti con la stretta del credito, un fisco sempre più pressante che incide per circa il 60 per cento dei costi, la difficoltà oggettiva di investire in ricerca e rinnovo del parco tecnologico. In queste condizioni si rischia di perdere competitività, invece ci si deve presentare con le carte in regola al momento della ripresa, prevista per i primi mesi del prossimo anno”.

Da sinistra Gisella Bianchi (Aspin 2000), Alberto Drudi (Camera di Commercio), Giuseppe Cinalli e Amerigo Varotti

Da sinistra Gisella Bianchi (Aspin 2000), Alberto Drudi (Camera di Commercio), Giuseppe Cinalli e Amerigo Varotti

La Camera di commercio continua quindi a organizzare iniziative per garantire alle nostre imprese nuove opportunità di sviluppo all’estero e compensare di conseguenza l’attuale contrazione del mercato interno. Alla fine dell’anno, tra novembre e i primi di dicembre, una serie di quattro incontri informativi, cui sta lavorando Gisella Bianchi, direttore di Aspin 2000, per preparare gli imprenditori che intendano affacciarsi sui mercati internazionali. Una sorta di vademecum per imprese matricole, che tratta gli aspetti concreti di una sfida assai impegnativa partendo proprio dalle domande più frequenti degli imprenditori.

“Ampliare la platea delle imprese che internazionalizzino l’attività è un compito difficile, cui lavoriamo con energia e i risultati in questo momento ci danno ragione”, ha sostenuto Giuseppe Cinalli. Mentre il dato dell’export nazionale flette dello 0,4%, nello stesso semestre aumenta del 3,7 nella nostra provincia e del 12,7 nelle Marche. Le aree di maggior interesse per la nostra economia restano l’Europa, la Russia e gli Stati Uniti, dove nel primo semestre 2013 si è registrato un aumento del nostro export pari al 25 per cento. La Cina tra i primi dieci Paesi partner. Recenti missioni all’estero stanno concretizzando nuove opportunità nella Russia siberiana, in Africa, in particolare Camerun, e in Bulgaria.

Il presidente Drudi ha ricordato l’impegno di questi anni “per favorire i progetti di rete, coalizzando imprese che da sole avrebbero difficioltà a essere competitive su mercati lontani” e lo studio di “progetti per agganciare i finanziamenti europei di Agenda 2020″. Quanto alle future iniziative, circa 30 imprese marchigiane parteciperanno alla Fiera del mobile a Mosca dal 16 al 19 ottobre. Dal 18 al 20 ottobre a Nanchino, al centro di una regione con 80 milioni di abitanti, la campionaria Nanjiung International Consumer Goods Expò. Dal 13 al 16 novembre la fiera multisettoriale Medinit, a Casablanca in Marocco, dove sono previsti bi2bi per imprese del mobile-arredo. Dal 21 al 25 novembre il salone Moda Italia a Minsk, in Bielorussia, con iniziativa collaterale per la produzione vinicola.

Impegni all’estero anche per la promozione turistica. Il 3 ottobre una delegazione camerale sarà a New York per partecipare alla Giornata delle Marche, mentre il 21 e il 22 novembre saranno in programma due workshop rispettivamente ad Amsterdam, in Olanda, e a Stoccolma in Svezia. “Abbiamo avuto meno turisti italiani – ha spiegato Amerigo Varotti – ma più turisti stranieri, non a caso provenienti da quei Paesi su cui abbiamo investito in iniziative promozionali come Russia, Usa, Olanda, Belgio, Svizzera e Germania”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>