Un libro sui monumenti a Mamiani

di 

16 settembre 2013

Brancati BenelliPESARO – “I due monumenti di Mamiani in Pesaro, opere di Ettore Ferrari. Pagine di storia repubblicana di fine Ottocento” è il titolo del volume che sarà presentato, alla presenza degli autori, giovedì 19 settembre alle ore 18, nella sala convegni della sede della Banca dell’Adriatico di via Gagarin a Pesaro.

Un libro scritto a quattro mani da due storici appassionati come Antonio Brancati e Giorgio Benelli, i quali hanno ricostruito le lunghe fasi dell’elaborazione e costruzione dei due monumenti dedicati a Terenzio Mamiani realizzati dallo scultore Ettore Ferrari, situando la vicenda nell’ambito della storia cittadina pesarese di fine Ottocento.

Il volume, editato grazie alla fattiva collaborazione della Banca dell’Adriatico, è il nono volume della “Collana di studi storici” diretta dal professor Stefano Orazi del Comitato di Pesaro e Urbino dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano.

Grazie a questo importante lavoro editoriale, frutto di un attento lavoro su archivi pubblici e privati, ricco di notizie inedite, si comprende il valore e le funzioni di questi due monumenti che sono l’evidente testimonianza di come le commissioni d’arte pubblica nell’Ottocento fossero uno straordinario strumento di propaganda politica e culturale. Le opere di Ferrari, inaugurate nel 1896, che intrecciano temi massonici e spinte estetiche accademiche, sono dei veri e propri “documenti” storici che ora, grazie al lavoro di Brancati e Benelli sono di nuovo in grado di “parlare”.

Ci piace ricordare – ha dichiarato Roberto dal Mas, direttore generale di Banca dell’Adriatico – che già in passato la nostra banca aveva contribuito alla realizzazione di due volumi del professor Brancati sempre dedicati a Pesaro: “Un monumento pesarese tra la crisi dello Stato liberale e la nascita del fascismo in memoria del giurista Pandolfo Collenuccio” e l’ormai introvabile “Società e informazione a Pesaro tra il 1860 e il 1922”, un vero e proprio manifesto di Pesaro dell’epoca. Non potevamo quindi far mancare il nostro patrocinio a questa nuova pubblicazione che conferma il sostegno e l’impegno della nostra banca per la cultura del territorio.”

Ai partecipanti alla presentazione verrà fatto dono del volume. Gli inviti sono disponibili presso le filiali di Pesaro e provincia di Banca dell’Adriatico, fino ad esaurimento posti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>