Fano hurrà: a Isernia primo pieno con Stefanelli e Fabbri

di 

22 settembre 2013

ISERNIA – FANO 0-2
ISERNIA
: Navarra, Cavallini, Maresca, Vitiello, Pepe (46’Rima, 78’Foglia), Caiazza, Noto, Spasiano, Riccardi, Colasante (46’Corbo), De Cesare. All. Scagliarini
FANO: Ginestra, Righi, Cesaroni, Lunardini, Nodari, Zanetti, Fabbri, Provenzano (68’Fatica), Stefanelli, Antonioni, Muratori (90’Favo). All. Omiccioli
ARBITRO: Borriello di Torre del Greco
RETI: 22’ (rig.) Stefanelli, 69’ Fabri
NOTE: spettatori 300 circa; espulso al 73’ Maresca per doppia ammonizione; ammoniti Maresca, Spasiano, Caiazza, Nodari, Provenzano, Muratori; angoli 3-3, recupero 1+3

 

ISERNIA – Prima vittoria in campionato per l’Alma Juventus Fano, che a Isernia, contro una squadra in crisi che sta per cambiare allenatore e forse quadri dirigenziali, si impone all’inglese. Proteste del pubblico locale per il rigore, realizzato da Stefanelli, che ha spezzato lo 0-0 iniziale. I granata non hanno avuto vita facile. L’Isernia è parsa volenterosa, rigenerata dalla cura Scagliarini, seppur con i soliti, evidenti, limiti tecnici.

Super Lunardini, ma è stato Stefanelli a conquistarsi un rigore (trattenuta di Caiazza). Lo stesso attaccante ha realizzato il punto dell’1-0. Sotto di un gol, ma incitato da un pubblico che non ha mai mollato, l’undici di Scagliarini ha reagito con De Cesare (sinistro messo in angolo da Ginestra) e Riccardi (destro da dimenticare). Il finale di frazione è stato, invece, in favore degli ospiti che hanno concluso con Muratori (destro altissimo da posizione invitante) e si sono visti annullare un gol spettacolare (sinistro all’incrocio di Muratori) per offside dello stesso attaccante.

Nella ripresa reazione dell’Isernia, che con Noto ha costretto Ginestra agli straordinari con una conclusione che il portiere ha respinto con qualche patema d’animo. All’8′ De Cesare ha apparecchiato per Rima di testa: alto sulla traversa. Scampato il pericolo, il Fano ha raddoppiato, con un’azione insistita sulla destra che ha permesso a Fabri di depositare alle spalle di Navarra. Poteva finire addirittura 3-0, se il palo non avesse risputato la conclusione di Antonioni, deviata da Navarra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>