“Decalogo dell’accoglienza turistica”: al Furlo tanta gente per Genius Loci

di 

23 settembre 2013

FOSSOMBRONE – La Casa degli Artisti, a Sant’Anna del Furlo (Fossombrone) ha ospitato la seconda tappa di Genius Loci, ciclo di incontri promosso dal Gal Flaminia Cesano per chi opera nel turismo e vuole aggiornarsi sui nuovi modelli di promozione territoriale.

Landart alla Casa degli artistiIn tanti hanno partecipato al seminario e al workshop per scoprire il “Decalogo dell’accoglienza turistica”, ovvero come aumentare la qualità della propria struttura ricettiva seguendo poche regole ma fondamentali, curando ad esempio la segnaletica, gli spazi informativi, la professionalità del personale, i servizi alla clientela.

“Obiettivo del progetto – ha evidenziato Silvano Straccini (Sitema Museo), organizzatore dell’iniziativa – è aiutare gli operatori a valorizzare l’offerta turistica del territorio, soprattutto nell’entroterra, per soddisfare le aspettative di un turista sempre più attento alla qualità e al valore della vacanza in termini di esperienze”.

Ignazio Pucci, responsabile per la Provincia di Pesaro e Urbino della Programmazione, promozione e gestione delle attività turistiche, ha illustrato le tendenze in atto: “In ambito provinciale stiamo assistendo ad un evidente innalzamento della qualità del sistema ricettivo. Sono sempre di più le strutture garantite da 3 o più stelle, e continuano a nascere agriturismi, B&B, country house, ovvero la categoria delle strutture extra-alberghiere”.

“Oggi chi lavora nel turismo deve essere in grado di accogliere il turista come un consumatore di esperienze – ha evidenziato Daniele Luzi, direttore del GAL Flaminia Cesano – L’accoglienza è un concetto ancor più ampio, se vogliamo. E’ la capacità di far immergere il visitatore nell’identità del territorio (appunto il suo genius loci), fatto di storia, arte, paesaggio, enogastronomia, artigianato… tutti elementi autentici di un luogo”.

La sostenibilità è stato un altro caposaldo della mattinata. La qualità dell’accoglienza turistica contribuisce infatti a uno sviluppo sostenibile del territorio: lo testimonia da anni ormai Andreina de Tomassi, responsabile della Casa degli Artisti. È lei, giornalista di Repubblica, insieme all’artista e compagno Antonio Sorace, ad ospitare in questa residenza creativa un via-vai di scultori, poeti, musicisti e attori che si incontrano – e confrontano – sui temi dell’arte sostenibile e della tutela della biodiversità.

Per chi si è perso l’appuntamento, sono online i video integrali degli interventi sul canale You Tube di Genius Loci. È possibile rimanere aggiornati su tutte le prossime iniziative dal sito ufficiale www.geniusloci.galflaminiacesano.it  e dagli immancabili social network: Facebook, Twitter , Google Plus.

Il ricco calendario di appuntamenti proseguirà a ottobre (l’11) e novembre (il 15), arrivando a tutto il 2014. Fra i prossimi temi: la valorizzazione dei prodotti tipici, le filiere produttive locali, i centri commerciali naturali, l’importanza del web e dei social network, i contratti di rete nella promozione culturale, la valutazione della customer satisfaction.

Nato in seno al Piano di Sviluppo Locale (PSL) del GAL Flaminia Cesano, Genius Loci vanta la collaborazione scientifica della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo con la supervisione del professor Tonino Pencarelli, docente di Economia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>