A Sant’Angelo in Vado fervono i preparativi per la 50esima Mostra nazionale del tartufo bianco

di 

24 settembre 2013

Mostra del tartufo bianco di Sant'Angelo in VadoSANT’ANGELO IN VADO – Arriva il mese dei buon gustai. Profumi, sapori, colori: ogni senso durante questo periodo vuole la sua parte e c’è solo l’imbarazzo della scelta. Sant’Angelo in Vado è già in fibrillazione per la 50esima edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche che aprirà i battenti il 12-13 Ottobre.

Hotel, Agriturismi e Bed and Breakfast fanno segnare già un boom di prenotazioni non solo nei weekend della Mostra, ma anche per tutto il mese di Ottobre e Novembre. Ad incuriosire i tanti visitatori è il mix tra cultura, natura, arte e accoglienza, il tutto arricchito dall’aroma e dal sapore del Tartufo, che inaugura la sua stagione ad inizio Ottobre.

Nell’antica capitale della Massa Trabaria è possibile infatti passare dai reperti della Domus del Mito, gioiello di epoca romana famoso per il suo pavimento di mosaici, ai sentieri che attraversano i boschi secolari dove nasce il prezioso tubero, passando per le chiese monumentali del centro storico, veri scrigni di arte. Anche il viaggiatore più curioso ha bisogno però di un adeguato ristoro, e allora cosa c’è di meglio che affidarsi alle massaie vadesi, custodi della tradizione. Tagliatelle al Tartufo Bianco, arrosti di cacciagione, formaggi del Montefeltro e confetture dal sapore antico, il tutto innaffiato dai vini locali (Bianchello del Metauro DOC).

Lucidati i vanghini, addestrati i fidi compagni di cerca, tutti scalpitano per l’ormai prossima apertura della stagione del Tartufo Bianco. Gli oltre 900 cavatori sono certi: la stagione di quest’anno potrà portare grande soddisfazione per tutti gli amanti di Re Tartufo. Le piogge, 97 mm nel mese di agosto, il triplo rispetto al 2012, e il clima non torrido fanno sperare in una produzione abbondante. Il tubero infatti per crescere abbondantemente ha bisogno di una stagione estiva poco siccitosa con un clima abbastanza mite e, come raccontano gli esperti più anziani, anche qualche grandinata aumenta il numero dei tartufi. Naturalmente i prezzi varieranno in base alla richiesta, alla pezzatura del prezioso tubero. Una previsione sui prezzi parla di 2-3 mila Euro al chilo dal rivenditore. Ma a Sant’Angelo sono ottimisti e grazie alla collaborazione di esperti cercatori sarà possibile sperimentare l’emozione di cavare un fresco e profumatissimo Tartufo Bianco.

50° MOSTRA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO PREGIATO DELLE MARCHE
S.Angelo in Vado, 12 Ottobre -3 Novembre
Per Info: Segreteria Mostra del Tartufo tel. 0722 819924
mail: info@mostratartufo.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>