Fiera della Sostenibilità, il Bilancio

di 

24 settembre 2013

FANO – Domenica 22 settembre si è conclusa l’ottaca edizione della Fiera della Sostenibilità. In questa edizione il tema sviluppato, “le risorse per rinascere”, porta a fare un vero e proprio bilancio di quelle che sono le risorse umane, economiche, spirituali di questo nostra fiera della sostenibilità.

“Oltre al bilancio economico, che pubblicheremo in seguito – scrivono gli organizzatori – anche per far capire quello che si riesce a fare con le poche risorse economiche a disposizione, ma con la volontà di tante persone che ci credono veramente e che mettono a disposizione il loro tempo libero e le loro competenze, vero è che di anno in anno il numero dei visitatori cresce in modo esponenziale così come quello degli espositori, delle associazioni, degli artisti e dell’interesse generale. Vista la difficile congiuntura economica è normale che si riducano anche le risorse disponibili, ma non necessariamente si deve ridurre l’efficienza dei servizi pubblici, che riescono a volte a rispondere solo per l’impegno costante e prezioso di alcuni dipendenti dell’amministrazione. Aumenta il numero degli ostacoli che si incontrano nell’affrontare la parte burocratica, uffici che non comunicano tra loro, ecc… ma, per fortuna, aumentano anche le persone sensibili che si adoperano perché la manifestazione possa svolgersi al meglio”.

“La cosa che forse ci rattrista maggiormente – continua la nota – è la costante e il totale disinteresse della stampa e dei mezzi d’ informazione locali, che parlano della fiera della sostenibilità solo dietro compenso e l’insensibilità della maggior parte degli amministratori della nostra città, che puntualmente disertano i nostri convegni che affrontano spesso dei temi locali. Rimane costante la nostra fiducia che una società più solidale, un mercato più equo e dei sistemi di produzione più sani sono possibili e rappresentano il futuro. Questo è ad oggi il nostro consuntivo e volendo fare una previsione per il futuro della fiera, siamo convinti che potrà continuare ad esistere come appuntamento per la città di Fano, non solo, come è stato finora, attraverso l’impegno di persone che volontariamente e con la forza delle loro energie hanno fatto sì che anche questa edizione avesse luogo con successo, ma solo se ci sarà una vera svolta nella gestione dell’organizzazione, con maggiori risorse, sia umane che economiche, nuove energie e più condivisione anche da parte delle istituzioni.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>