Botte alla compagna: arrestato. La giustificazione: “Perché? Mica l’ho ammazzata”

di 

25 settembre 2013

PESARO – Massacra di botte la convivente, provocandole lesioni guaribili in 20 giorni. E’ accaduto a Pesaro, dove una donna, 40 anni, impiegata di professione, è stata brutalmente picchiata per l’ennesima volta dal compagno. I carabinieri di Pesaro, accorsi sul luogo subito dopo la chiamata arrivata dalla vittima di violenza, hanno arrestato l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Il gip ha convalidato la misura e rimesso in libertà l’uomo, con l’obbligo di non avvicinarsi alla vittima.

“Perché, che ho fatto? Mica l’ho ammazzata!”. Queste le parole dell’uomo davanti ai militari dell’Arma. Si indaga anche per violenza sessuale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>