Delle Noci e Catalano: “Fondo anticrisi, due tranche per la migliore equità”

di 

27 settembre 2013

PESARO – Il bilancio 2013 vede uno stanziamento complessivo per il fondo anticrisi di 250 mila euro, da ripartire in due interventi di 125 mila euro ciascuno. E’ importante sottolineare che il primo bando  è stato pubblicato l’11 luglio scorso (pochi giorni dopo l’approvazione del bilancio) e si è chiuso il 12 agosto. Sono pervenute 190 domande.

Di queste al momento ne risultano escluse 39; dei rimanenti 151 aventi diritto potranno beneficiarne i primi 110 collocati nella graduatoria ordinata sulla base del valore Isee. I beneficiari hanno un valore Isee da 0 a 6.200 euro. La pubblicazione della graduatoria e la conseguente liquidazione dei contributi è prevista per metà ottobre.

La pubblicazione del secondo intervento è prevista invece per fine novembre.

La suddivisione dell’intervento in due tranche è stata concordata dal confronto con le organizzazioni sindacali già a partire dall’anno precedente, con l’obiettivo di poter comprendere tutti coloro che vengono a trovarsi in una delle condizioni di crisi occupazionale contemplate dall’avviso, nel corso dell’intero anno di riferimento, abbreviando al contempo i tempi di attesa per il riconoscimento del contributo.

Tale scelta ha dimostrato di essere più appropriata in termini di ridistribuzione reddituale poiché la volontà è quella di riuscire a dare una maggiore risposta ai cittadini in difficoltà e con un Isee particolarmente basso.

Pertanto tutte le risorse stanziate verranno erogate entro la fine dell’anno o al più tardi nel mese di gennaio 2014.

E’ bene ricordare che il Comune di Pesaro è stato il primo in Italia ha istituire il fondo anticrisi che ha visto un incremento durante questi anni nonostante le risorse calanti e l’azzeramento del fondo unico determinato dal governo Berlusconi.

Per l’anno in corso, nonostante i tagli per circa 3.300.000 euro, la disponibilità messa a sostegno delle famiglie in difficoltà è stata più che raddoppiata e verrà ulteriormente integrata grazie alla solidarietà cittadina che si sta esprimendo vicina alle persone più in difficoltà.

Stupiscono pertanto certe affermazioni che dimostrano la mancata conoscenza e consapevolezza e soprattutto l’impegno e la volontà messa in campo dall’Amministrazione comunale e della stessa comunità pesarese a sostegno delle persone in difficoltà.

*Assessore al Bilancio e assessore alle politiche sociali e per la famiglia del Comune di Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>