Il 25% dei giovani pesaresi è disoccupato: 4 fondazioni private mettono 600 mila euro creare posti di lavoro

di 

27 settembre 2013

PWSARO – Anche nelle Marche i giovani fanno sempre più fatica a inserirsi nel mondo del lavoro: gli ultimi dati Istat hanno registrato sul territorio un tasso di disoccupazione dei 15-24enni pari al 28,6%, minore rispetto al dato nazionale del 39.5%, ma molto diversificato tra le varie province: Pesaro e Urbino 25,1%, Ancona 33,8%, Macerata 25,2%, Ascoli Piceno 38,6%, Fermo 23,5%.

Se il dato vale per la categoria dei “giovani” genericamente intesa, immaginiamo le difficoltà ancora maggiori di chi abbia abbandonato gli studi, o sia in carico ai servizi sociali perché ha alle spalle situazioni familiari critiche, o ancora sia affetto da disabilità fisiche o psichiche, oppure sia disoccupato di lunga durata.

Quattro Fondazioni private italiane – Fondazione “aiutare i bambini”, Fondazione San Zeno, Fondazione UMANA MENTE e UniCredit Foundation – a vario titolo impegnate già da anni in quest’ambito, per la prima volta fanno fronte comune unendo risorse ed esperienze con l’obiettivo di inserire al lavoro in tutta Italia 120 giovani in situazione di disagio sociale.

I fondi messi a disposizione dalle quattro Fondazioni – pari a 600.000 euro – serviranno a sostenere l’inserimento lavorativo di giovani presso realtà produttive del loro territorio di residenza, oppure a sostenere attività di imprenditorialità sociale che favoriscano l’occupazione giovanile.

I beneficiari dovranno avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni. I fondi verranno distribuiti attraverso un Bando, nominato significativamente “Occupiamoci!”, rivolto esclusivamente a organizzazioni senza scopo di lucro costituite da almeno tre anni (tra cui: cooperative sociali, enti di formazione professionale, imprese sociali). I progetti presentati verranno valutati dai promotori secondo precisi parametri. I progetti accolti verranno poi classificati in tre graduatorie distinte a seconda dell’area geografica di realizzazione degli interventi (Nord, Centro e Sud Italia). I progetti vincitori riceveranno un finanziamento a fondo perduto: massimo 35.000 euro per progetto in caso di inserimenti lavorativi in realtà produttive e massimo 60.000 euro per progetto in caso di sostegno ad attività di imprenditorialità sociale.

Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre. Il Bando e tutte le informazioni necessarie per partecipare saranno consultabili on line a partire dal 30 settembre sui siti internet delle quattro Fondazioni promotrici: www.aiutareibambini.it, www.fondazionesanzeno.org, www.umana-mente.it, www.unicreditfoundation.org.

 

Le quattro Fondazioni promotrici del Bando Nazionale “Occupiamoci!” – ed. 2013:

 

Fondazione “aiutare i bambini” ONLUS

 

“aiutare i bambini” è una Fondazione italiana laica e indipendente, nata nel 2000 per aiutare e sostenere in Italia e nel mondo i bambini poveri, ammalati, senza istruzione, sfruttati ed emarginati. Nel 2012 un terzo dei fondi erogati sono stati destinati a progetti in Italia, in tre aree di intervento: sostegno alla prima infanzia, contrasto all’abbandono scolastico e sostegno all’occupazione giovanile. In tredici anni di attività “aiutare i bambini” ha finanziato 1.034 progetti portando sostegno a più di 1 milione di bambini. Info: www.aiutareibambini.it.

 

“La mia esperienza di imprenditore, prima nel settore delle telecomunicazioni e poi nel sociale – dichiara l’Ing. Goffredo Modena, Presidente della Fondazione “aiutare i bambini” ed ex industriale – mi ha insegnato quanto sia importante investire sui giovani: sono loro ad avere le migliori risorse ed energie. Con questa iniziativa vogliamo creare occupazione giovanile. E nei giovani in condizione di difficoltà, se vengono aiutati, la motivazione a fare bene può essere ancora più forte”.

 

 

Fondazione San Zeno ONLUS. Sostenere lo sviluppo attraverso lo studio, la formazione, il lavoro.

 

Attiva dal 1999 e con sede a Verona, Fondazione San Zeno eroga contributi a enti e associazioni che intraprendono progetti di sviluppo mirati alla scolarizzazione, alla formazione professionale, alla nascita di iniziative ed attività economiche. Lavora in Europa, Asia, Africa e America del Sud, con l’obiettivo di offrire concrete possibilità di sviluppo, sostenendo le persone che si trovano a vivere situazioni di grave disagio e difficoltà, aiutandole a costruire una propria autonomia economica e di pensiero. Info: www.fondazionesanzeno.org.

 

“Alla luce della prolungata situazione di crisi nel mondo del lavoro in Italia che colpisce in particolare la fascia giovanile – dichiara il Dott. Sandro Veronesi, Presidente di Fondazione San Zeno Onlus e fondatore del Gruppo Calzedonia – sono convinto che il sostegno alla formazione professionale e la creazione di nuove iniziative economiche possano dare un impulso positivo alla costruzione di una propria autonomia economica e di pensiero a quei giovani che si trovano a porre le basi per il loro futuro”.

 

 

Fondazione UMANA MENTE

 

UMANA MENTE è la Fondazione del Gruppo Allianz nata nel 2001. La Fondazione investe nell’ambito socio-assistenziale e offre un rapporto gestionale di supporto agli enti non profit con cui collabora, applicando un modello operativo strutturato e funzionale caratterizzato da un significativo iter valutativo e da una forte azione di monitoraggio delle progettualità supportate. A livello internazionale, UMANA MENTE è il referente per l’Italia del Global Network of Allianz Foundations inserito nel programma Corporate Social Responsibility Allianz4Good. Il Network censisce e coordina le diverse fondazioni aziendali operative nel mondo. A livello globale, il Gruppo Allianz è presente in 70 paesi al servizio di circa 78 milioni di clienti. Info: www.umana-mente.it.

 

“La Fondazione UMANA MENTE – sostiene il Dott. Carlo Salvatori, Presidente di Allianz S.p.A. – è da sempre impegnata in progetti socio-assistenziali con particolare attenzione ai giovani. In considerazione delle difficoltà che sussistono per i giovani che vogliano entrare nel mondo del lavoro oggi, UMANA MENTE ha scelto di fare ancora una volta qualcosa di concreto per offrire un futuro migliore e uno sviluppo sostenibile del nostro Paese”.

 

 

UniCredit Foundation

 

UniCredit Foundation è la fondazione d’impresa costituita nel 2003 al fine di contribuire allo sviluppo della solidarietà e della filantropia nelle comunità e nei territori in cui opera, prioritariamente nelle aree geografiche in cui è presente UniCredit (20 paesi, tra Europa e centro Asia). Attraverso il trasferimento di risorse economiche e di competenze gestionali tipiche dell’impresa, UniCredit Foundation sostiene progetti significativi per impatto sociale e innovazione, realizzati da organizzazioni non profit locali. Info: www.unicreditfoundation.org.

 

“Credo che, data la fase che sta attraversando il nostro Paese, uno dei rischi più grandi che possano correre i giovani sia quello di perdere la speranza nel proprio futuro – ha affermato Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation. Pertanto sono convinto che uno dei compiti principali dell’imprenditorialità sociale sia quello di fornire a questi giovani, attraverso una formazione professionale finalizzata all’inserimento lavorativo, l’opportunità di costruirsi un ‘ruolo sociale’ e di sentirsi parte integrante di una comunità che sente il bisogno di resistere alle difficoltà e ritrovare fiducia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>