Nerone incendia Fano: il marchio Forhans sceglie la città della Fortuna per girare il nuovo spot pubblicitario

di 

27 settembre 2013

FANO – Casa di produzione, regista e location tutti fanesi per la nuova puntata della saga “da spot” della Uragme, l’azienda proprietaria del marchio Forhans, che dal 2012 ha avviato un’importante campagna di comunicazione sui grandi circuiti televisivi. Dopo un disperato Conte Dracula, che si rivolgeva a una farmacista per risolvere il suo problema orale (“Mi sanguinano le gengive” diceva al medico), dopo l’esotico Gengis Khan (con lo stesso problema), Forhans ha scelto Fano, antica città romana nel litorale della nostra provincia, per realizzare il suo ultimo spot dedicato, questa volta, a un dentrifricio. Protagonista sarà un Nerone “con le gengive in fiamme” che chiederà aiuto ai medici della “fanesissima” farmacia Rinaldi, che ha da poco cambiato gestione, durante le riprese che saranno effettuate domenica 29 settembre in via Marcello Negusanti, 9.

Una vetrina insolita ma quanto mai efficace per la città della Fortuna che fonda le sue radici proprio nella romanità, sfondo del messaggio pubblicitario.

Lo spot è stato pensato dall’agenzia pubblicitaria Studio Più, facente parte del Gruppo Mirus (con sedi a Milano, Roma, Pescara e Macerata) che ha selezionato per la realizzazione la “He.Motion Production”, il brand di Anteprima Group specializzato nell’ideazione e realizzazione di video filmati professionali, documentari, film pubblicitari e per clienti business.

Il regista fanese Henry Secchiaroli

Il regista fanese Henry Secchiaroli

Il suo direttore artistico e regista, Henry Secchiaroli, fanese, con oltre 20 anni di esperienza sulle spalle, curerà la regia dello spot che sarà trasmesso, dalla seconda metà di ottobre, sulle più importanti reti televisive nazionali. “Mi sto divertendo grazie anche alla storia che strizza l’occhio alla romanità che ancor oggi caratterizza la mia Fano” ha detto il regista che ha selezionato i candidati al ruolo dell’imperatore folle (a spuntarla, alla fine, è stato Giorgio Donini, di Urbino).

A vestire un dolorante Nerone è a fornire i figuranti che faranno la sua scorta è stata la Colonia Iulia Fanestris, associazione fanese specializzata nello studio e nell’organizzazione di eventi di “Storia Viva”, ricostruzione attendibile del modus vivendi degli antichi romani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>