Oltre 2 milioni di fondi europei alla Provincia per le aree interne: turismo, innovazione tecnologica e servizi alla persona. Tutti gli interventi

di 

27 settembre 2013

 

Porto, Domenucci durante la conferenza stampa

Porto, Domenucci durante la conferenza stampa

PESARO – Due milioni e 360mila euro di fondi comunitari sono stati assegnati alla Provincia di Pesaro e Urbino per lo sviluppo delle attività economiche (con particolare attenzione al turismo), per l’innovazione tecnologica e l’incremento dei servizi alla persona in 45 Comuni e 3 Comunità Montane delle aree interne. I finanziamenti fanno seguito all’approvazione, da parte della Regione Marche (all’interno del proprio “Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013”), del “Piano Integrato Territoriale” (PIT) proposto dall’Amministrazione provinciale. Ne hanno parlato in conferenza stampa l’assessore alle Politiche comunitarie Tarcisio Porto ed il direttore generale della Provincia Marco Domenicucci.

“E’ dal primo giorno di insediamento della giunta provinciale, nel 2009 – ha spiegato Tarcisio Porto – che ci siamo attivati, attraverso gruppi di lavoro interni, per predisporre insieme ai territori interessati un programma di azioni per uno sviluppo locale integrato, mettendo a sistema le vocazioni ed esigenze di ogni area con le nuove tecnologie. E’ stato fatto un lavoro immane, integrando il Piano telematico regionale per la lotta al digital divide con servizi innovativi che porteranno sviluppo all’entroterra. Tra questi, la creazione di 40 Punti di autoconsultazione turistica e servizi alla persona ad alta tecnologia (banda larga, wi zone ecc.), la realizzazione di 60 App su percorsi turistici, naturalistici, enogastronomici, storico-culturali, la sistemazione e informatizzazione della rete dei grandi sentieri classificati CAI (Club Alpino Italiano) attraverso monitoraggio con sistema GPS, il recupero, restauro e riqualificazione del patrimonio culturale ed interventi su palestre e spazi scolastici per renderli polifunzionali e consentirne una fruizione non solo agli studenti ma all’intera popolazione”.

Da parte loro, i 45 Comuni e le 3 Comunità Montane comparteciperanno con quote diverse a seconda dei bandi, per un ulteriore importo di circa 1 milione di euro. Secondo le disposizioni europee, tutti i progetti dovranno essere realizzati entro il giugno 2015.

“Ringrazio tutta la struttura – ha detto il direttore generale della Provincia Marco Domenicucci, che ha coordinato i vari gruppi di lavoro interni all’ente – per l’importante e intensa attività svolta. Uno dei valori aggiunti di questo progetto è stato il continuo confronto e dialogo con i territori, mettendo insieme professionalità provenienti da realtà diverse. Un percorso condiviso e costante, che accrescerà le opportunità nelle aree interne, anche sul versante occupazionale”.

Ma vediamo nei dettagli le 5 tematiche al centro dei progetti finanziati:

1) Creazione di 40 Punti di autoconsultazione turistica e servizi alla persona ad alta tecnologia (banda larga, wizone ecc.) su progetto presentato dalla Comunità Montana Catria e Nerone. Il finanziamento concesso è di 541mila e 600 euro ed interesserà i Comuni di Apecchio, Fratte Rosa, Isola del Piano, Lunano, Belforte all’Isauro, Frontino, Macerata Feltria, Mercatino Conca, Montecopiolo, Tavolato, Pietrarubbia, Piandimeleto, Sassocorvaro, Monte Cerignone, Carpegna, Auditore, Mercatello sul Metauro, Sant’Angelo in Vado, Urbino, Peglio, Borgo Pace, San Lorenzo in Campo, Cagli, Montemaggiore, Frontone, Fossombrone, Petriano, Monte Grimano Terme, Cantiano, Montefelcino, Serra Sant’Abbondio, Saltara, Sant’Ippolito, Piobbico, Mondavio, Mombaroccio, Fermignano, Urbania, Acqualagna.

2) Creazione di 60 App su percorsi turistici, naturalistici, enogastronomici, storico-culturali ecc., su progetto presentato dalla Comunità Montana Montefeltro. Il finanziamento concesso è di 198mila euro.

3) Sistemazione e informatizzazione della rete dei grandi sentieri classificati CAI (Club Alpino Italiano), attraverso monitoraggio con sistema GPS, su progetto presentato dalla Comunità Montana Alto e Medio Metauro. Anche questo finanziamento è di 198mila euro ed interesserà 15 Comuni (Urbania, Fermignano, Urbino, Sant’Angelo in Vado, Mercatello, Borgo Pace, Cantiano, Apecchio, Serra Sant’Abbondio, Acqualagna, Cagli, Piobbico, Frontone, Isola del Piano, Fossombrone), la Riserva naturale statale “Gola del Furlo”, il Club Alpino Italiano (Cai) e le Università Agraria di Serravalle di Carda, Università Agraria della Popolazione di Chiaserna (Cantiano), Università Agraria degli Uomini della Villa di Acquaviva (Cagli), Università degli Uomini Originari (Frontone), Comunanza Agraria degli Uomini Originari di Rocca Leonella (Frontone).

4) Recupero, restauro e riqualificazione del patrimonio culturale sulla base di 10 progetti presentati da altrettanti Comuni a completamento di interventi effettuati in precedenza con altri fondi europei. Il finanziamento concesso è di complessivi 693mila euro e riguarderà i Comuni di Borgo Pace (52mila e 700 euro per recupero del Ponte romanico di Lamoli), Mercatino Conca (34mila e 500 euro per restauro e riqualificazione facciata Auditorium Teatro), Monte Cerignone (103mila e 200 euro per ristrutturazioni varie sulla Rocca), Belforte all’Isauro (35mila euro per recupero funzionale ed impiantistico di parte del Castello per esposizione di prodotti tipici dell’artigianato artistico), Sassocorvaro (104mila e 600 euro per ristrutturazione Campanile ex Chiesa di San Francesco), Peglio (60mila e 800 euro per riqualificazione piazze storiche “Petrangolini” e “Giovanni XXIII” nell’ambito del progetto “Le vie delle acque”), Fermignano (94mila e 300 euro per recupero del complesso ex Pieve di San Giovanni Battista), Monte Grimano (59mila e 400 euro per recupero Torre civica), Urbino (104mila e 900 euro per restauri nella Chiesa di S.Bernardino all’interno del “Mausoleo dei Duchi”) e Urbania (43mila e 900 euro per recupero di una parte delle mura antiche).

5) Interventi su palestre e spazi scolastici per renderli polifunzionali e consentirne una fruizione non solo agli studenti ma all’intera popolazione (per discipline sportive, centri di aggregazione giovani e anziani, sale riunioni, laboratori ecc). Al riguardo sono stati finanziati i progetti di 19 Comuni (Mercatino Conca, Montecopiolo, Macerata Feltria, Frontino, Monte Cerignone, Belforte all’Isauro, Carpegna, Monte Grimano, Piandimeleto, Apecchio, Sassocorvaro, Acqualagna, Mercatello sul Metauro, Borgo Pace, Tavolato, Lunano, Auditore, Cagli, Pietrarubbia), per un importo complessivo di 733mila euro. Tra i progetti più originali, quello del Comune di Monte Cerignone (per la realizzazione di una biblioteca, di laboratori artistici e di un cineforum) e quello del Comune di Pietrarubbia (per creare un Polo formativo sulla lavorazione artistica dei metalli).

2 Commenti to “Oltre 2 milioni di fondi europei alla Provincia per le aree interne: turismo, innovazione tecnologica e servizi alla persona. Tutti gli interventi”

  1. vera scrive:

    Borgo Pace (52mila e 700 euro per recupero del Ponte romanico di Lamoli)

    grandioso la conservazione del ponte romanico.Mi auguro che il nostro Sindaco segua con oculatezza i lavori.!!!!!!

    • vera scrive:

      Borgo Pace (52mila e 700 euro per recupero del Ponte romanico di Lamoli)

      grandioso la conservazione del ponte romanico.Mi auguro che il nostro Sindaco segua con oculatezza i lavori.!!!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>