Sondaggio sul nuovo sindaco di Pesaro: tutti vedono in Matteo Ricci il candidato ideale. I cittadini chiedono lavoro ed equità

di 

27 settembre 2013

PESARO – Crescita economica, equità, lavoro e servizi sociali. Ecco i temi dell’agenda politica pesarese per le amministrative 2014. La qualità della vita a Pesaro è alta ma in forte calo da quattro anni a questa parte. Matteo Ricci del centro sinistra è il candidato forte. Molto distanziati Mosconi della lista civica Vivi Pesaro, Di Domenico del centro destra, Ballerini del Movimento 5 Stelle e Nardelli dell’area di centro. Il sondaggio di Sigma Consulting delinea lo scenario locale a 8 mesi dal voto.

A 8 mesi dalle elezioni amministrative 2014, che dopo i due mandati consecutivi del Sindaco uscente Luca Ceriscioli porteranno all’elezione di un nuovo primo cittadino di Pesaro, Sigma Consulting ha interpellato un campione di 600 residenti con l’obiettivo di analizzare il clima locale d’opinione e tracciare un primo identikit della figura che i pesaresi vorrebbero alla guida della loro città.

“La lista dei cosiddetti “connotati d’immagine” del nuovo Sindaco – afferma Alberto Paterniani, responsabile dell’istituto pesarese – riporta nelle prime posizioni temi chiari e inequivocabili. Dato per scontato che il primo cittadino debba conoscere chiaramente i problemi della città (97%), i pesaresi chiedono un candidato la cui agenda politica preveda soluzioni concrete sui temi della crescita economica (97%), della tutela degli interessi di tutti (96%), del lavoro (95%) e dei servizi sociali (93%). E’ poi importante che il Sindaco si impegni nel garantire più sicurezza ai cittadini (87%) e che metta al primo posto il tema della solidarietà (71%).”

La rilevazione di questo profilo è stata effettuata invitando il campione interpellato a indicare, su una scala da 1 a 10, il livello di importanza di una serie di “attributi” che il nuovo Sindaco dovrebbe possedere. Le percentuali citate indicano la quota di cittadini che esprimono un livello di importanza alto, cioè da 8 a 10.

Continua Paterniani: “Dalla nostra classifica, inoltre, non esce prioritario il personalismo, cioè l’idea, spesso alla ribalta dello scenario nazionale, che l’individualismo di un candidato possa stare al di sopra dell’identità e del programma di un partito: la percentuale di cittadini che giudicano molto importante avere un candidato di personalità è appena del 35% mentre quella di coloro che preferirebbero un Sindaco di valore piuttosto che un programma di valore è del 23%. Se dunque prevale la richiesta di una profonda conoscenza delle problematiche economiche e sociali della città, appare anche importante puntare su una figura in grado di aumentare il prestigio della città a livello regionale e nazionale (74%). Non guasterebbe poi che il nuovo Sindaco di Pesaro avesse esperienze anche al di fuori della politica (69%).”

 

 

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

 

 

 

I “desiderata” dei cittadini si inseriscono in uno scenario socio-economico locale che, benché in difficoltà, viene percepito dai rispondenti in modo ancora positivo. Il 65% degli interpellati, infatti, definisce “buona” la qualità della vita a Pesaro, il 5% addirittura “molto buona”.

 

“I cittadini continuano a pensare che il tenore di vita a Pesaro sia superiore rispetto alla media italiana (solo il 9% lo definisce “più basso”) – afferma Sigma Consulting – ma ne percepiscono chiaramente un calo a seguito della forte crisi economica che ha colpito duramente anche la provincia di Pesaro e Urbino. Questa tendenza negativa emerge visibilmente nel 54% del campione che pensa ad un peggioramento delle condizioni di vita da quattro anni a questa parte”.

 

 

 

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Per quanto riguarda il nome del nuovo Sindaco di Pesaro – afferma Alberto Paterniani – abbiamo sottoposto al nostro campione i potenziali candidati di ciascun schieramento, rilevandone sia la “notorietà locale” che il “grado di adeguatezza” alla carica. Matteo Ricci emerge come candidato forte e aggregatore di consenso: riporta una notorietà dell’83% e risulta idoneo (punteggio da 6 a 10 su una scala scolastica) per il 79% di chi lo conosce; i punteggi da 8 a 10, cioè di alta adeguatezza, sono citati dal 51% della sua base rispondenti. E’ poi significativa la capacità di raccogliere consenso anche dagli altri schieramenti: Ricci, infatti, risulta adatto al ruolo di Sindaco anche per il 39% dei pesaresi che alle Politiche 2013 hanno votato per un partito del centro-destra e addirittura per il 47% di quelli che hanno scelto il Movimento 5 Stelle. Negli altri schieramenti emergono Mauro Mosconi della lista civica Vivi Pesaro (35% di notorietà, adeguato per il 45% di chi lo conosce), Alessandro Di Domenico (notorietà al 30%, adeguato per il 52% di chi lo conosce), Mirko Ballerini (28% di notorietà, adeguato per il 64% di chi lo conosce) e Massimiliano Nardelli (25% di notorietà, adeguato per il 54% di chi lo conosce). E’ necessario sottolineare – conclude Paterniani – che i risultati della nostra analisi, svolta a molti mesi di distanza dalla tornata elettorale e in una situazione in cui la mancanza di una lista ufficiale di candidati non permette un’adeguata sedimentazione delle opinioni, non può rivestire finalità previsive del comportamento di voto”.

 

Il sondaggio è stato condotto tra il 9 e il 17 settembre 2013 su un campione telefonico e telematico di 600 soggetti rappresentativi dei residenti a Pesaro con diritto di voto. Il campione è stato ulteriormente bilanciato mediante ponderazione dei casi con riferimento al comportamento di voto alle elezioni politiche 2013 (dati relativi alla Camera dei deputati). Il documento informativo completo del sondaggio è disponibile su agcom.it.

 

 

2 Commenti to “Sondaggio sul nuovo sindaco di Pesaro: tutti vedono in Matteo Ricci il candidato ideale. I cittadini chiedono lavoro ed equità”

  1. GaLa scrive:

    io non voglio nessuno di questi! mi candido io! promuovete la mia campagna?

  2. Jay scrive:

    Quindi dopo che Ricci ha fatto diventare la provincia di pesaro la peggiore delle marche, la gente vuole che faccia lo stesso lavoro con il comune di pesaro, che è già derelitto di per se stesso?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>