VIS PESARO – JESINA: 1-2, il derby va ai leoncelli

di 

29 settembre 2013

VIS PESARO – JESINA 1-2

VIS PESARO (4-2-3-1): Foiera; G. Dominici, Cusaro, Melis, Martini; A. Torelli, Omiccioli; Di Carlo (17′ st Rossi), Ridolfi, Bugaro (35′ st Cremona); Costantino (40′ st Pieri). A disp: Francolini, Pangrazi, Bartolucci, E. Dominici, G. Torelli, Costantini. All. Magi

JESINA (4-2-3-1): Tavoni; Campana, Tafani, Tombari, Carnevali; Strappini, Berbardi; Sassoroli (40′ st Sebastianelli), N. Cardinali, Rossini (33′ st Strappini); Rossi (38′ st Pierandrei). A disp: Giovagnoli, Gasparini, Conte, Giansante, Mbaye, Bastianelli. All. Bacci

ARBITRO: Moraglia di Verona

MARCATORI: 28′ pt N.Cardinali (J), 32′ pt Costantino (V), 15′ st N. Cardinali (J).

NOTE: spettatori 650 circa (con una quarantina di tifosi da Jesi). Espulso al 27′ st Carnevali per fallo su chiara occasione da rete. Ammoniti: Di Carlo (V), Tafani (J), Rossi (J), Omiccioli (V), Sassaroli (J), Ridolfi (V), Cusaro (V). Angoli: 12-1. Recuperi: pt 1′, st 4′

 

Alberto Torelli

Alberto Torelli indica la via

PESARO – Secondo derby stagionale per la Vis Pesaro, terzo per la Jesina. Fra pesaresi e leoncelli sarà l’incroncio numero 46 della storia: nelle ultime 4 volte, coincise con il ritorno in D della Vis, sono arrivate 3 vittorie della Jesina e una ma soffertissima, al Benelli, l’anno scorso, per 1-0 (rete di Vicini), per i rossiniani. Derby quindi da prendere con le pinze per la Magi band che, per l’occasione, ritrova Cremona dopo due settimane in panchina. Nella Jesina non recuperano né Sebastianelli né Mattia Cardinali.

Jesina in maglia rossa, Vis in completo verde speranza. Di Carlo, tra i pesaresi, è promosso titolare al posto di Giorgio Torelli: per il resto formazione confermata. Tra i leoncelli fuori Pierandrei: al suo posto, come under più giovane, Sassaroli. Di punta Alessandro Rossi, attaccante cresciuto nelle giovanili vissine ai tempi di Arrigoni.

2′ Ridolfi intercetta un pallone su indecisione di Carnevali ma serve sul corridoio, troppo lungo, Costantino anticipato dall’uscita di Tavoni.

Bacci decide di giocarsela con Strappini molto basso, praticamente a uomo su Ridolfi, Berardi leggermente più avanti e tre uomini a ridosso dell’unica punta Rossi. Praticamente uno specchio deformato del 4-2-3-1 vissino che, rispetto alle precedenti uscite, può contare su Di Carlo, più attaccante di Giorgio Torelli.

Nicola Cardinali graziato dall’arbitro dopo un’entrata plateale (non andata a segno completamente) su Dominici volato poi letteralmente a terra.

13′ Bugaro vince un contrasto e vola via a destra, mette in mezzo rasoterra sul primo palo dove si avventa Ridolfi che a sua volta lascia al limite per il piattone di Alberto Torelli: conclusione sballatissima, il cuoio si perde sul fallo laterale.

Ennesimo fallo leoncello in questo avvia di partita: messo giù ai 25 metri dalla porta di Tavoni Alberto Torelli. Poco propositivo l’approccio della Jesina. Punizione tesa di Costantino: la palla rimbalza davanti a Tavoni perdendosi di un soffio a lato.

Primo ammonito della partita: è il vissino Di Carlo (era al primo fallo).

20′ Jesina pericolosa: sugli sviluppi di una rimessa laterale lunga, prolungata di testa da Rossi, Berardi al volo si coordina bene dentro l’area ma non trova la necessaria forza. Foiera para agevolmente.

22′ conclusione di Costantino, deviata, Di Carlo non ci arriva: angolo.

Magi inverte gli esterni d’attacco: molto presente Di Carlo, utile anche in fase di ripiego su Rossini.

Prima vera puntata offensiva di Ridolfi, non a caso quando il fantasista pesarese si traveste da finto centravanti, scatta sul filtrante di Di Carlo, regge al ritorno di Carnevali, trova il fondo e mette in mezzo un pallone solo leggermente troppo alto per Di Carlo.

28′ Jesina in vantaggio: filtrante al limite dell’area per Nicola Cardinali che inventa un destro a giro morbido sul secondo palo, il cuoio scavalca Foiera, bacia il legno e si deposita in rete (0-1).

32′ Omiccioli allarga per Alberto Torelli che prova la conclusione, Costantino in area ci mette il piede e trova l’angolo giusto: 1-1

Incredibile flipper in area biancorossa: Ridolfi ubriaca Campana a sinistra e tagli in mezzo un pacco regalo che Costantino prima, Bugaro poi, e poi Di Carlo non riescono a tramutare in gol.

36′ Brutto fallo di Tafani (ammonito) su Omiccioli: sulla punizione che ne consegue, Bugaro con una deviazione fa venire i capelli grigi a Tavoni.

Nubifragio sul Benelli: pioggia e vento condizionano gli ultimi minuti del primo tempo.

39′ Angolo di Bugaro (giuadagnato da Ridolfi), sul secondo palo in tuffo Cusaro non trova il gol per pochissimo.

Il primo tempo finisce 1-1 sotto il diluvio: all’ultimo secondo, dopo un assedio vissino fatto di batti e ribatti, ci prova Alberto Torelli che di sinistro sfiora il gol accarezzando il palo sinistro di Tavoni.

Ripresa: subito pericolosa la Jesina con una staffilata di Nicola Cardinali, al volo, dal limite fuori di poco alla destra di Foiera.

4′ incredibile gol fallito dalla Vis: Ridolfi sulla fascia diventa una saponetta imprendibile, semina Carnevali e mette in mezzo, Tavoni smanaccia, la palla finisce a centro area dove Torelli, parzialmente coperto ma in ghiottissima posizione, gira alto sopra la traversa.

12′ Ancora Ridolfi, questa a volta sinistra, danza tra due uomini, li fa secchi, entra in area, taglia in mezzo ma Costantino viene anticipato.

15′ Jesina nuovamente in vantaggio: primo angolo della partita per i leoncelli, Nicola Cardinali trova il tempo in mezzo a Melis e Cusaro e fa secco  Foiera con una precisa incornata (1-2).

Jesina in 10: espulso per fallo su Ridolfi lanciato a rete Carnevali. Brutto fallo sicuramente, plateale, ma non era una chiara occasione da rete (a trenta metri dalla porta con un altro difensore jesino oltre a Ridolfi e lo stesso Carnevali. L’arbitro, che poco prima aveva ammonito Ridolfi (primo fallo, netto, su Tombari dopo averne subiti almeno 6-7 molto brutti), forse ha voluto riequilibrare, sbagliando due volte, la propria direzione.

La Vis ci prova con un paio di punzioni dalla lunghissima distanza, colleziona angoli ma non trova la porta: la tribuna invoca Cremona. Magi accontenta tutti al 35′: fuori Bugaro, dentro il bomber. Cambio forse tardivo visto che dalla metà del secondo tempo in poi, tra cambi e falli, si è giocato pochissimo con ritmo spezzato.

Dentro anche Pieri per Costantino.

41′ doppia occasione per Dominici: prima viene murato in angolo, di sinistro, dopo una bella iniziativa di Rossi. Poi, sull’angolo, di testa non trova per un soffio la porta.

Dominici sparacchia alta l’ultima chance al 48’33”. Al Benelli la Jesina passa 2-1 confermandosi bestia nera della Vis.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>