Gianfranco Tonti (IFI) nuovo presidente di Confindustria Pesaro Urbino: 4 anni (con verifica) per “fare quello che serve”

di 

30 settembre 2013

PESARO – Gianfranco Tonti, 68 anni, presidente di IFI Spa di Tavullia, è il nuovo presidente di Confindustria Pesaro Urbino. E’ stato eletto questo pomeriggio con voto plebiscitario nel corso dell’assemblea privata, che si è svolta a Palazzo Ciacchi. Succede a Claudio Pagliano e resterà in carica per il quadriennio 2013-2017.

Gianfranco Tonti

Gianfranco Tonti

I soci della Confindustria – accogliendo la proposta del neo presidente – hanno confermato Corinna Sperandini (Superleggera srl. di Fano) e Gian Marco Scavolini (Scavolini Cucine spa di Montelabbate) come vice presidenti: andranno ad affiancare Arturo Romani e Federico Ferrini, che siedono nel comitato di presidenza rispettivamente come presidente della Piccola Industria e presidente del Gruppo Giovani Imprenditori.

“Non fare quello che si può, ma quello che serve”, ha detto Tonti annunciando i punti salienti del suo programma di lavoro, che punta a “polarizzare l’attenzione soprattutto sui grandi temi locali, sui quali è maggiore la possibilità di incidere”. Parlando agli associati, nel corso dell’assemblea privata, il neo presidente ha evidenziato anche quello che deve essere il ruolo degli imprenditori pesaresi: “Tutti noi ci sentiamo responsabili di questa situazione di crisi e, per questa ragione, dovremmo dimostrare di essere i primi ad affrontare con serietà tutti i problemi che si presentano, evitando il luogo comune che siano gli altri a dover fare tutto”. E, sulla strada della maggiore responsabilità, “un elemento chiave sarà partire da casa nostra”.

Il neo presidente è il primo con un mandato quadriennale, ma ha annunciato oggi che intende sottoporsi “a una verifica con la base associativa al termine del primo biennio”.

Quanto alle priorità, Tonti ha spiegato oggi che intende “proseguire il lavoro già avviato dal presidente Pagliano”, attraverso “il massimo coinvolgimento degli organi direttivi e degli associati”. “La centralità delle mie azioni sarà tutta rivolta al sistema delle imprese, specie quelle più piccole – ha aggiunto -, spingendole verso attività di ricerca, innovazione, design e incremento qualitativo permanente dei prodotti perché solo in questo modo ci potrà essere una sbocco solido e produttivo sull’export, la nostra unica ancora di salvataggio”. Tra le iniziative in cantiere, il presidente Tonti intende coinvolgere le aziende “che hanno buone performance all’estero per acquisire tutti gli elementi più importanti per migliorare la situazione di coloro che non riescono ad andare oltre i confini nazionali”.

Sul fronte interno, infine, Tonti continuerà a lavorare sul tema organizzativo, “nella convinzione che una semplificazione della nostra struttura possa aiutare ulteriormente gli imprenditori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>