Un calcio che abbatte le frontiere, la Nazionale amputati Calcio scalda i cuori

di 

30 settembre 2013

GABICCE – Si sono conclusi con un bilancio estremamente soddisfacente  i due giorni gabiccesi della Nazionale Italiana Calcio Amputati. Sabato sera era il tutto esaurito al Cinema Teatro Astra, in occasione della rappresentazione teatrale “Zona Cesarini”. Pubblico divertito e commosso ascoltando le parole di Gigi Agnolin, Ruben Buriani ed Eraldo Pecci, di alcuni componenti la nazionale ed in modo particolare di Francesca Mazzei, mamma di Francesco Messori, il ragazzino quattordicenne di Correggio che con la sua intraprendenza in pochi mesi ha creato questa squadra meravigliosa. Domenica,nonostante il tempo incerto, il programma si è svolto regolarmente con l’allenamento, la partita amichevole con la squadra dei giovanissimi 98 del Gabicce Gradara, ripresa dalle telecamere di Rai3, nel campo di calciotto. Subito dopo il pranzo solidale, all’interno della locale palestra, al quale hanno preso parte circa centoventi persone.

La Nazionale amputati a Gabicce

La Nazionale amputati a Gabicce

Al momento della partenza dei ragazzi alla volta di Cremona dove sabato prossimo incontreranno la Nazionale Francese, l’associazione organizzatrice “Rimbalzi Fuori Campo”, grazie alla preziosa collaborazione di tanti amici ma in modo particolare del Comune di Gabicce Mare, del Gruppo Albergatori Multiservizi, dei componenti l’associazione “ItinerArte” e di dirigenti e collaboratori dell’ASD Gabicce-Gradara, hanno consegnato nelle mani del Presidente della squadra Nazionale Amputati Signora Annamaria Manara una busta contenente 2000 (duemila)euro, frutto delle varie donazioni.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>