Guardia Costiera di Pesaro, è tempo di bilanci per l’operazione mare sicuro

di 

1 ottobre 2013

PESARO – E’ giunta al termine la stagione estiva e la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro rende noto il bilancio dell’operazione “Mare Sicuro 2013” svolta sul litorale di competenza, esteso per circa 42 chilometri dal torrente Tavollo al confine tra Gabicce e Cattolica sino al fiume Cesano tra Marotta e Senigallia, nel periodo dal 24 giugno all’ 8 settembre.

Quest’anno, oltre all’operazione Mare Sicuro posta in essere a livello nazionale e finalizzata alla tutela della salvaguardia della vita umana in mare e alla sicurezza della balneazione e della navigazione, è stata introdotta la novità, a livello sperimentale per l’anno 2013, del “bollino blu”. L’iniziativa, fortemente voluta dal Signor Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha visto il rilascio di 202 bollini blu attestanti la regolarità dei documenti e delle dotazioni di sicurezza delle unità da diporto controllate dai mezzi navali della Guardia Costiera. Certamente l’iniziativa, nel suo primo anno di vita, ha riscosso un buon successo da parte dei diportisti che hanno visto notevolmente allentata la morsa dei controlli per tutti coloro che, navigando nel rispetto delle norme, avevano precedentemente e favorevolmente ricevuto un controllo da parte delle Autorità competenti.

Per segnalare emergenze in mare o sulle spiagge al fine di permettere immediati interventi di soccorso, è stata incessante l’attività di sensibilizzazione all’utilizzo del numero gratuito d’emergenza 1530, attivo su tutto il territorio nazionale per 24 ore su 24.

Altra particolare novità è stata quella di mantenere aperti gli Uffici nelle giornate lavorative sino alle ore 20:00 e nei giorni festivi e prefestivi dalle 09:00 alle 18:00, nell’arco temporale ricompreso tra il 15 luglio ed il 18 agosto di maggior interesse per l’utenza estiva.

L’impegno profuso dal personale del Compartimento marittimo di Pesaro, costituito da circa 100 unità tra uomini e donne, che comprende l’Ufficio Circondariale Marittimo di Fano e gli Uffici Locali Marittimi di Gabicce e Marotta, ha fatto si che, grazie all’attività preventiva e d’informazione e, quando necessaria, all’attività di repressione, la stagione estiva nel suo complesso sia stata più che soddisfacente sotto tutti gli aspetti. Nello specifico sono stati effettuati 9 interventi di soccorso che hanno visto coinvolte 18 persone e 4 unità navali; inoltre sono state ispezionate, a vario titolo, 967 unità navali ed espletati 1299 controlli alle strutture turistico/balneari.

In generale risulta che, a fronte di un incremento dell’attività di prevenzione, sensibilizzazione e vigilanza (+44%) è risultata evidente una diminuzione del numero dei soccorsi (-57%) e delle sanzioni (-52%) rispetto alla scorsa stagione estiva. Sono state sanzionate unità navali ed acquascooter sorpresi in navigazione proprio a ridosso del Parco Naturale del Monte San Bartolo, considerato di rilevante e prestigiosa importanza naturalistica nel quale, contestualmente si è svolta una intensa ed importante attività di pattugliamento costiero preventiva, al fine di avvistare eventuali focolai di incendi ovvero contrastare tutti quei comportamenti potenzialmente in grado di mettere in serio pericolo, dal mare, l’integrità dell’area in parola.

L’apice dell’impegno operativo si è avuto, come di consueto, nella settimana di Ferragosto (in particolare nelle giornate del 14, 15 e 16 agosto), quando l’attività preventiva e di visibilità intrapresa dai militari del Compartimento Marittimo di Pesaro, ha permesso che tutto trascorresse con la massima sicurezza e senza alcun pericolo o danno per le persone e le cose.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>