Festa del Fungo e Valentino, due 46 diversamente vincenti. LE FOTO DELLA CENA

di 

2 ottobre 2013

TAVULLIA – Due 46 vincenti, in campi differenti, ma entrambi vincenti: il 46 che siamo abituati a vedere sfrecciare da circa 20 anni sul dorso di una moto, quella di Valentino, anche un 46 gastronomico, prelibato e gustosissimo, la festa del fungo di San Sisto.

Questo l’accoppiamento vincente scelto per la presentazione dell’edizione 2013, la 46esima appunto, della Festa del Fungo di San Sisto di Piandimeleto. Così esordisce Riziero Severi, l’organizzatore della sagra che dice: “Abbiamo scelto di presentare la festa con una cena qui, a Tavullia “da Rossi”, stesso numero ma diverse bandiere. La nostra è azzurra la sua è gialla… due eccellenze della nostra terra”.

La festa è iniziata lo scorso fine settimana e come dice Severi: ”Grande successo nonostante qualche goccia domenica. Da noi potrete guastare i nostri funghi, che purtroppo quest’anno, vista la siccità estiva, alcune tipologie scarseggiano, ma la qualità è eccezionale. Ottimi con la pasta fatta in casa, con la frittata, trifolati, con gli gnocchi… insomma in tutte le salse, e naturalmente non mancheranno i nostri legumi: ceci e lenticchie.”

Durante la serata di ieri al ristorante “da Rossi” si sono gustati grandi piatti accompagnati da grandi vini, quelli dell’azienda agraria Guerrieri: Spumante Brut di Bianchello, Bianchello del Metaro D.O.C. 2012, Colli Pesaresi D.O.C. Sangiovese, Riserva Galileo 2010 e Visciolato Amico Ciliegia. Ottimi vini e grandi piatti hanno potuto dare il meglio di loro grazie alla sapiente e attenta regia del gastronomo e somelier Otello Renzi, che dice: “Se dico fungo di San Sisto penso anche al tartufo, quindi lo abbiniamo ad un ottimo vino bianco, ma anche un rosso, un rosso strutturato se c’è la presenza di carne, carne come vitello, cinghiale e maiale”.

Divertente l’idea di Renzi per la serata, far votare a tutti i commensali i piatti: “Una volta terminata la degustazione mettete una X nella casella sul foglio che trovate vicino al vostro piatto”. Un giudizio di una giuria popolare, non esperta ma che consuma, assapora e sceglie.

Alberto Melagrana è il vincitore con il suo “Tortino ai funghi in camicia di brisè con coulis di pomodoro” che dice: “Questo è un piatto che ho nella mia carta da più di 10 anni; ma al posto dei funghi porcini usavo i carciofi e ho aggiunto la coulis di pomodoro. Sono contento che sia piaciuto”.

Daniele Forlucci, vincitore decretato dalla giuria dei “professionisti” con un’insalatina di spinaci freschi e porcini con l’aggiunta di una sfogliatina guarnita al sesamo tostato e della ricotta di pecora con olio di Cartoceto D.O.P. e pepe.

Confesercenti Pesaro e Urbino da 12 anni collabora con la Festa del Fungo di San Sisto, nel pieno spirito dell’associazione, come riferisce il presidente Alfredo Mietti: ”Tutte queste iniziative enogastronomiche volte a valorizzare tipicità e straordinari territori sono sempre supportati dal nostro ente che è estremamente legato al risultato dei prodotti”.

“Un’ottima vetrina per il Montefeltro e per i suoi prodotti, il tutto incentivato tramite degli eventi itineranti in collaborazione con ristoranti per far conoscere e visitare il Montefeltro”. Queste sono state le parole di Giorgio Bartolini, presidente di Confesercenti Montefeltro.

Per due settimane eventi itineranti faranno conoscere i gustosissimi funghi e i salutari legumi di San Sisto (che non hanno niente da invidiare ai più elogiati e sono un prodotto a km 0), nei ristoranti aderenti ad un prezzo speciale con l’iniziativa “Le Cene del Bosco”, iniziate lo scorso 20 settembre e che termineranno il prossimo 5 ottobre.

Una serata, visiti i prodotti, da campioni che non ha fatto sentire troppo l’assenza del padrone di casa, Valentino Rossi, che dispiaciuto di non aver potuto partecipare si trovava ad Ibiza dopo la tappa del Motomondiale.

Info su www.sansistofungo.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>