Sciopero dei Vigili del fuoco: “Sblocco delle assunzioni e parità di trattamento con la polizia”

di 

2 ottobre 2013

PESARO – “Serve una legge di stabilità per il 2014 scritta da un esecutivo responsabile che abbia a cuore anche i problemi della sicurezza dei cittadini, per questo abbiamo deciso di confermare la nostra protesta del 2 ottobre nonostante il momento di crisi, con lo scopo costruttivo di sensibilizzare la politica a portare a termine almeno le riforme piu’ urgenti e la legge di stabilita’ per il 2014 che deve essere presentata entro il 15 ottobre, o saremmo commissariati dalla Ue con il rischio di ulteriori tagli lineari alla spesa pubblica che, per i vigili del fuoco e le forze di polizia, si tradurrebbero nell’ennesimo blocco delle assunzioni in un contesto di carenze di organico gia’ gravi, con irreparabile scadimento della sicurezza dei cittadini. Per questo invitiamo i parlamentari a incontrarci per relazionare le difficolta’ del Corpo dei vigili del fuoco e dei suoi appartenenti, e chiediamo loro di agire con responsabilità e chiediamo al Prefetto di Pesaro – Urbino, nella sua qualità di rappresentante del governo sul territorio, di farsi portavoce delle nostre istanze verso il ministero dell’interno”. Questa la nota di Leonardo Scudella, segretario provinciale del Conapo, sindacato autonomo vigili del fuoco, per spiegare  lo sciopero nazionale previsto dalle ore 9.30 alle ore 13.30 di questo mercoledì 2 ottobre. Al primo punto lo sblocco delle assunzioni, la riforma del volontariato e le misure per la parità di trattamento dei vigili del fuoco con gli appartenenti alle forze di polizia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>