Più forti di tutto: la Vuelle sbanca Avellino con 7 splendidi uomini

di 

13 ottobre 2013

SIDIGAS AVELLINO – VICTORIA LIBERTAS PESARO 77-80

Sidigas Avellino: Thomas W. 15, Biligha 2, Lakovic 12, Richardson 12, Spinelli 0, Ivanov K.0, Dragovic 3, Morgillo ne, Cavaliero 12, Riccio ne, Hayes 18, Dean 3.All.Vitucci

Victoria Libertas Pesaro: Musso 16, Bartolucci ne, Terenzi 0, Pecile ne, Young 10, Trasolini 18, Amici 11, Anosike 4, Hamilton 3, Turner 18. All. Dell’Agnello

Parziali: 21-25, 19-17, 25-20, 12-18

Arbitri: Bartoli, Bettini, Filippini.

Dell'Agnello

Dell’Agnello

AVELLINO – Più forte di tutto: della sfiga, dei pronostici che ci davano già perdenti di trenta, di una rotazione ridotta a soli sette uomini, con le assenze pesantissime di Traini e Pecile, di uno straniero (Hamilton), già dato per tagliato. Pesaro si porta a casa una vittoria inaspettata ma meritata, per la grande voglia ed applicazione messa in campo dai ragazzi di Dell’Agnello che rimangono in partita per tutto il match e nel finale con Young mettono la zampata decisiva per portare a casa due preziosissimi punti sul campo di una delle favorite della stagione, Trasolini e Turner su tutti, ma Musso con le triple e Anosike con i rimbalzi hanno portato il loro contributo alla causa per una Vuelle che avrà dei problemi, ma che merita il rispetto di tutti.

Pesaro schiera Musso, Anosike, Trasolini, Turner ed Amici ed è proprio l’ala pesarese a segnare i prime tre punti stagionali biancorossi con il punteggio che dopo due minuti recita cinque punti per parte, prima della tripla centrale di Musso per il nuovo vantaggio ospite, un bel gioco a due tra i lunghi pesaresi porta la Vuelle sul 10 a 5 e il quarto punto di Turner convince coach Vitucci a chiamare il primo timeout della serata sul 12 a 5 ospite. Trasolini continua a fare la voce grossa sotto i tabelloni con un grande uso del piede perno e Anosike fa volare Pesaro sull’16 a 5, grazie anche ad una buona difesa individuale che infastidisce i portatori di palla avellinesi, Amici con una spettacolare schiacciata in entrata centrale riporta i suoi sul più 11 (20-9) e alla festa di questo primo quarto partecipa anche Hamilton che, appena entrato sul parquet, trova la tripla del 23 a 11, la Sidigas approfitta di una banale fallo intenzionale fischiato a Trasolini per piazzare un parziale di cinque a zero con Cavaliero che piazza subito la tripla dell’ex e il primo quarto si chiude con la Vuelle avanti di soli quattro punti sul 25 a 21, dopo aver giocato veramente bene i primi otto minuti dell’incontro.

Continua il black-out biancorosso anche ad inizio secondo quarto e la Sidigas si trova per la prima volta appaiata a Pesaro col canestro di Richardson del 25 pari e la Vuelle deve ritornare a dare il pallone sotto i tabelloni per muovere il punteggio, Musso in entrata riporta sul più sei (31 a 25) gli ospiti e per dare un’idea dell’intensità difensiva del match, Pesaro va per la prima volta in lunetta dopo 15 minuti con due liberi a segno di Trasolini, Avellino si affida tantissimo alle conclusioni dai 6.75 con quattro triple già a referto, mentre la Victoria Libertas aspetta ancora i primi punti di Alvin Young finora abbastanza avulso dal gioco, Anosike commette un ingenuo secondo fallo costringendo Dell’Agnello a richiamarlo in panchina e Musso si conquista due liberi grazie ad un bel rimbalzo offensivo per il 37 a 33 al 17’, Pesaro cerca di sfruttare il bonus esaurito dagli avversari cercando tante penetrazioni, ma Avellino ritorna in parità a quota 40 con l’ennesima tripla di giornata ma è il decimo punto di un positivo Trasolini a far chiudere avanti il secondo quarto ai biancorossi sul 42 a 40.

Le statistiche di metà partita vedono la Victoria Libertas primeggiare sotto i tabelloni dove ha catturato 17 rimbalzi contro gli 11 degli avversari, mentre le nove palle perse e le due sole recuperate sono le note negative di una squadra che comunque finora è sempre stata avanti, anche se di poco, nel punteggio.

E’ Daniele Cavaliero con la tripla del primo vantaggio avellinese ad inaugurare il secondo tempo, con la difesa biancorossa che comincia a concedere qualche canestro con troppa facilità, coach Dell’Agnello vede i suoi in vera difficoltà per la prima volta nel match e chiama un timeout per parlarci sopra, ma la paura dei lunghi pesaresi di caricarsi di falli concede troppi canestri facili da sotto ai padroni di casa, finalmente si vede anche Young con un’azione da quattro punti per il 51 a 50 del 24’ e la Vuelle rimette il naso avanti con un canestro di Trasolini che replica nell’azione successiva con il suo sedicesimo punto per il 54 pari, la Sidigas continua a colpire dall’arco tornando avanti di cinque sul 59 a 54 e la nona tripla di serata da parte dei padroni di casa porta Avellino sul più sei, anche se la VL non sembra aver mollato con Turner che segna due bei canestri per il nuovo meno due (62 a 60 al 29’) e un terzo quarto ancora equilibrato finisce con il punteggio di 65 a 62 per la Sidigas.

L’ultimo quarto inizia con la stessa trama dei primi trenta minuti: Avellino che tira da fuori con buona precisione e Pesaro che si affida all’estro di Turner e alle giocate prettamente individuali, Musso dall’angolo piazza la tripla del 67 pari al 33’ ma la Sidigas può contare su una maggiore freschezza in questo finale grazie ad una rotazione più lunga, Musso ancora dai 6.75 per il meno uno (71 a 70) e Turner con un libero fissa di nuovo la parità a quota 71 con quattro minuti da giocare, sulla quarta tripla di Musso la Vuelle ritorna avanti sul 74 a 71 e si entra negli ultimi tre minuti del match con Thomas che fa male con la tripla del pareggio, Trasolini in bello stile per il 76 a 74, ma Hayes replica ancora dai 6,75, riportando avanti i padroni di casa sul 77 a 76, Young schiaccia il 78 a 77, Avellino fallisce un paio di triple ed Anosike si mangia un canestro già fatto, con Pesaro avanti di uno la Sidigas deve fare fallo per mandare in lunetta i biancorossi con 15 secondi sul cronometro e Young fa due su due per l’80 a 77, la Vuelle difende alla grande non concedendo un tiro facile agli avversari e con cinque secondi da giocare Turner va in lunetta e nche se sbaglia i due liberi, Pesaro può festeggiare una grande vittoria col risultato finale di 80 a 77.

 

 

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>