La Bcc di Fano promuove un dibattito sulla cooperazione come modello d’impresa oltre la crisi. L’appuntamento

di 

15 ottobre 2013

FANO  – Venerdì 18 ottobre alle ore 17.00 presso la Sala riunioni del Centro Pastorale Diocesano (ex Seminario) in via Roma 118 a Fano si terrà la presentazione del Bilancio Sociale 2012 della Banca di Credito Cooperativo di Fano.

Un appuntamento importante per illustrare il documento che raccoglie e descrive le iniziative che la BCC di Fano realizza a favore dei Soci, dei Clienti e delle diverse realtà presenti nel territorio, rafforzando così il suo ruolo di Banca locale.

Dopo il saluto delle autorità e gli interventi del presidente Rondina e del direttore generale Falcioni, particolare risalto verrà dato alla sezione fotografica del documento, realizzata da Luca Berloni con il coordinamento di Monica Pucillo dell’ufficio relazioni esterne della banca.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

La galleria fotografica del volume è dedicata a diciannove cooperative socie della Bcc di Fano che operano nel territorio in diversi settori, dalla produzione, ai servizi, dall’agricoltura al sociale: non poteva essere altrimenti, dal momento che il 2012 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite l’Anno Internazionale delle Cooperative.

La sezione fotografica è stata arricchita di una corrispettiva parte video realizzata da Raffaele Di Placido: attraverso immagini e interviste quattro cooperative locali racconteranno la loro esperienza di impresa.

Alla proiezione dei video, seguirà poi una tavola rotonda dal titolo “Cooperazione: un modello d’impresa oltre la crisi”, coordinata dal giornalista Marco Giovenco.

Interverranno:

GIANLUIGI DRAGHI, presidente Confcooperative provinciale e vicepresidente Gruppo Cooperlat – Trevalli di Jesi

STEFANO IALENTI, responsabile ufficio comunicazione e statistica Cooperativa sociale IRS l’Aurora

COSTANZA SCHIAROLI, presidente Associazione Giovani Cooperatori Marche

PATRIZIA LOGUERCIO insegnante Istituto Comprensivo Marco Polo – Lucrezia

GIOVANNI BATTISTA GIROLOMONI presidente Cooperativa Gino Girolomoni

Seguirà dibattito.

L’ingresso è libero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>